CONCORSO SCUOLA – Alcune problematiche del sistema POLIS

La Cisl Scuola, attraverso un comunicato pubblicato sul proprio portale, segnala alcune problematiche riscontrate durante l’iscrizione dei candidati al concorso della scuola riscontrate. La Cislpertanto le ha segnalate al MIUR e suggerite alcune possibili soluzioni. Di seguito riportiamo la segnalazione del sindacato.

Si segnalano, di seguito, alcune problematiche relative alle procedure di inserimento in POLIS delle domande per la partecipazione al concorso.

Titoli abilitanti per il concorso
Il gestore sta aggiornando le funzioni di caricamento dei titoli abilitanti già presenti a sistema per la prevista visualizzazione automatica: in molti casi l’operazione non è consentita.

Classi di concorso e titoli di accesso
In caso di domanda di partecipazione a posti di un “ambito disciplinare verticale” (per esempio ADO4) e contestualmente alle classi di concorso (per esempio A11 + A13) deve essere compilata un’unica domanda: nel “campo” “classe di concorso richiesta e titolo di accesso” si deve cliccare sulla funzione “aggiungi abilitazione all’insegnamento” e procedere all’inserimento dell’ambito e di ciascuna altra classe di concorso.
Si procede analogamente per la partecipazione a posti di scuola primaria e anche di scuola dell’infanzia.

Scuola infanzia e primaria, altri titoli
E’ stato segnalato al Miur di aggiungere – quale altro titolo valutabile – il concorso ordinario.

Scuola infanzia e primaria, titolo di accesso
Il Miur sta valutando la possibilità di inserire, nel menu a tendina, il Concorso ante 2012 quale titolo di abilitazione di accesso, se più favorevole rispetto al diploma magistrale acquisito con una votazione inferiore.

Servizio continuativo
Il Miur sta decidendo se “sbloccare la funzione” in caso di servizio continuativo di 180 giorni prestato in più di una scuola.

Ultime Notizie

Informazione Scuola, l'informazione della scuola libera. A differenza di altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *