DPCM, VACCA (M5S): SACRIFICI ANCHE PER SCUOLA MA IMPEGNO AZZOLINA HA RIPAGATO

Roma, 3 dic – “La situazione sanitaria ha imposto nuovi, grandi sacrifici. Anche se avremmo auspicato, come diciamo ormai da mesi, un ritorno in classe per tutti gli studenti e le studentesse prima di gennaio, sappiamo che la ‘linea dura’ in vista delle festività – linea che riguarda tutti gli altri ambiti oltre che la scuola – è stata una scelta necessaria”. Così Gianluca Vacca, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura alla Camera.

“Il diritto all’istruzione è stato difeso strenuamente dalla ministra Azzolina, che abbiamo sostenuto e continueremo a sostenere nella sua battaglia per far sì che la scuola sia sempre una priorità per il Governo. Quello per portare al 75% le lezioni in presenza dal 7 gennaio per le superiori è stato un grande lavoro, che presto darà maggiore serenità e diritti a migliaia di ragazze e ragazzi”, prosegue.

“Da qui dobbiamo proseguire in avanti: l’obiettivo rimane quello di una ripresa in tempi brevi delle attività in presenza al 100%, per tutti i cicli di istruzione e in tutta Italia: una ripartenza a singhiozzi, così come nuove disparità oltre quelle che già si sono create tra Regione e Regione, andranno evitate a tutti i costi”, conclude Vacca.

Concorsi personale ATA, TFA sostegno, le qualifiche e i test

Ultime Notizie

InformazioneScuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click. A differenza d'altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.