Iscrizioni on line a scuola anno scolastico 2014/15 – La fase di avvio

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi- Uff  VII

MIURAOODGSSSI prot. n. 3/RU/U    Roma, 7 gennaio 2014

Ai Dirigenti scolastici delle scuole statali

Ai Coordinatori delle scuole paritarie

e, p.c. Al Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Dr.ssa Sabrina Bono

Al Capo Dipartimento per l’istruzione
Dr. Luciano Chiappetta

Al Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica Dr.ssa Carmela Palumbo

Oggetto: Iscrizioni on line anno scolastico 2014/15 – Fase di avvio

Premessa
Come per l’anno 2013/2014, le iscrizioni degli alunni alle classi prime delle scuole statali primarie, secondarie di primo grado e secondo grado devono essere effettuate esclusivamente on line (legge n. 135/2012).
Per le scuole paritarie la partecipazione alle Iscrizioni on line è facoltativa.
La procedura informatica realizzata lo scorso anno è stata migliorata tenendo conto di indicazioni fornite sia dalle scuole sia dalle famiglie.
Prima di illustrare le novità introdotte, si precisa che le iscrizioni on line avvengono in due ambienti diversi:
–  le attività a carico delle scuole si eseguono sul SIDI – Area Alunni – Iscrizioni on line, a partire dal 7 gennaio 2014;
– l’iscrizione on line a carico delle famiglie si realizza accedendo al link www.iscrizioni.istruzione.it, a partire dalla data definita dalla circolare ministeriale sulle iscrizioni.
Le scuole sono pertanto invitate a consultare tutti i documenti presenti alla pagina www.iscrizioni.istruzione.it per prendere visione di ogni nota relativa al processo in corso.

Calendario di massima delle attività

Con riguardo alla tempistica delle iscrizioni on line, rispetto allo scorso anno, sono state previste due novità.
La prima riguarda l’introduzione di una funzione che consente alle scuole di visionare i moduli di iscrizione personalizzati in modalità anteprima (in formato HTML), così come si presentano alle famiglie, prima dell’avvio delle iscrizioni stesse.
Come per il passato, nel caso in cui la scuola non abbia personalizzato il modello, il sistema, all’apertura delle iscrizioni per le famiglie, rende disponibile il modello base.
In questo caso, dal 27 gennaio viene comunque segnalata alla scuola la mancata personalizzazione del modello, con l’invito a provvedervi, eventualmente, entro il 31 gennaio.
La seconda novità risponde all’esigenza delle famiglie di provvedere per tempo alla registrazione sul portale del Ministero, prima dell’avvio delle iscrizioni. L’apertura della funzione di registrazione per le famiglie, indispensabile e propedeutica alla compilazione della domanda, è fissata a partire dalla settimana precedente l’avvio delle iscrizioni.
Inoltre, per dare maggiore sicurezza al sistema e per consentire alle famiglie di ripristinare in maniera autonoma la password, la procedura di registrazione al portale è stata semplificata.
La registrazione avviene, questa volta, in due tempi: dapprima l’utente compila il form indicando un indirizzo email principale (che deve essere confermato digitandolo una seconda volta) al quale viene spedito un messaggio contenente un link di conferma registrazione; successivamente, ricevuta l’email con il link, sarà sufficiente cliccare sullo stesso  per  confermare  la  registrazione.  Questa  seconda  operazione  deve  essere

eseguita entro le ventiquattro ore dalla ricezione della email; in caso contrario, l’utenza è annullata e occorre procedere a una nuova registrazione.
Si precisa che, essendo cambiata la procedura di registrazione, le utenze generate nel 2013 non sono più valide; le famiglie che lo scorso anno hanno già presentato domanda d’iscrizione per un altro figlio devono pertanto registrarsi nuovamente.
Inoltre, è stata realizzata una nuova funzione per il recupero della password ad uso della famiglia; la password può essere recuperata, inserendo la propria email principale nell’area “recupera password” presente sul portale Iscrizioni on line.
Una funzione analoga è stata realizzata anche per il recupero del nome utente.

I moduli d’iscrizione
I moduli di iscrizione, sia nella parte base sia nella parte personalizzabile, sono stati rielaborati, non solo alla luce delle osservazioni rappresentate da istituzioni scolastiche e famiglie ma soprattutto per recepire le indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali.

Personalizzazione dei moduli (a cura delle istituzioni scolastiche)
Le scuole dispongono, a partire da quest’anno, di una funzione per la validazione del modulo d’iscrizione  che  precede  e  rende poi possibile  la  pubblicazione  del modulo stesso. Questa funzione consente di prendere visione del modulo così come appare alle famiglie.
È  stato  rivisto  l’elenco  delle  informazioni  (raccolte  nel  “catalogo  alunni”  e  nel “catalogo famiglia” predisposti dal MIUR) che possono essere richieste, se necessarie, alle famiglie.
Le ulteriori informazioni richieste alle famiglie non possono più essere indicate come obbligatorie da parte delle scuole e, se richieste, vanno adeguatamente motivate. In quest’ultimo caso, la motivazione indicata dall’istituzione scolastica viene anche visualizzata dalle famiglie nella fase dell’iscrizione.
In particolare, si evidenzia che le ulteriori informazioni raccolte devono essere strettamente pertinenti e non eccedenti rispetto a ciascuno specifico obiettivo che si intende perseguire e che sia inserito nel POF (cfr. art. 11 del d.lgs. n. 196/2003 – Codice in materia di protezione dei dati personali).
Le richieste di informazioni finalizzate all’accoglimento delle domande di iscrizione ovvero  per  l’attribuzione  di  precedenze  o  punteggi  nelle  graduatorie/liste  di  attesa devono essere definite con delibera del Consiglio di istituto, che ne evidenzi in maniera puntuale i criteri sottesi di modo che sia, altresì, comprensibile l’indispensabilità delle informazioni raccolte rispetto a ciascuna finalità perseguita.

Nota informativa sul trattamento dei dati
Il MIUR ha predisposto l’informativa base sul trattamento dei dati, comprensiva di tutti gli elementi puntualmente indicati dall’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali e facendo altresì riferimento anche ai diritti previsti dall’art. 7. L’informativa viene visualizzata prima dell’accesso alle pagine per la compilazione del modello di iscrizione e le famiglie ne prendono atto tramite un flag.
Le istituzioni scolastiche che, in virtù dell’autonomia, abbiano integrato il modulo di iscrizione con la richiesta di informazioni necessarie per fornire alle famiglie particolari servizi ovvero per renderle edotte circa i criteri di precedenza nelle iscrizioni (come deliberato dal consiglio d’istituto), devono completare l’informativa con l’indicazione della delibera.
Modifica di un modulo già pubblicato

Il sistema prevede una funzione che, eccezionalmente, consente di modificare un

modulo già pubblicato anche dopo l’avvio della fase di iscrizione. La modifica del modulo è consentita solo nel caso in cui non siano nel frattempo pervenute domande di iscrizione. L’apertura di tale funzione deve essere richiesta direttamente al Servizio Statistico del Ministero.

Gestione “tempi scuola”  (scuole primarie e secondarie di primo grado)
La scelta dell’articolazione del tempo scuola è esercitata dalle famiglie. Per tale ragione, tutte le articolazioni dell’orario settimanale, previste dagli articoli 4 e 5 del D.P.R. n.89/2009, sono visualizzate di default nel modello di iscrizione.
Le istituzioni scolastiche, in fase di personalizzazione e quindi in ambiente SIDI, possono indicare, attraverso una nota in un apposito spazio predisposto accanto a ciascun tempo scuola, quello che non è stato attivato nell’anno scolastico 2013/2014. Tale informazione viene visualizzata nel modello a disposizione delle famiglie.

Gestione dell’indirizzo musicale (scuole secondarie di primo grado)
A differenza dello scorso anno, l’indirizzo ordinario per le scuole secondarie di primo grado è impostato di default dal sistema.
Le istituzioni scolastiche che hanno l’indirizzo musicale, oltre quello ordinario, devono indicarlo sul SIDI in fase di personalizzazione, inserendo anche gli strumenti musicali che vengono insegnati e ogni utile informazione riguardante la prova orientativo – attitudinale.
La famiglia, in caso di scelta dell’indirizzo musicale, seleziona lo strumento che intende scegliere; nel caso in cui abbia interesse per diversi strumenti può indicare l’ordine di preferenza.
Gestione indirizzi di studio (scuole secondarie di secondo grado)
La gestione degli indirizzi di studio per le scuole secondarie di secondo grado è stata modificata con l’obiettivo di rendere più chiara la descrizione da parte dell’istituzione scolastica e, di conseguenza, più facile la scelta della tipologia di scuola da parte delle famiglie.
In particolare, i licei inseriscono sul SIDI il percorso “licei” e l’indirizzo offerto, mentre gli istituti tecnici e professionali, dopo aver selezionato il percorso specificano sia il settore sia l’indirizzo.
Per gli Istituti professionali può essere indicata anche l’offerta formativa sussidiaria (IeFP), se attivata nell’ambito della programmazione dell’offerta formativa di ciascuna Regione e secondo la tipologia di regime sussidiario previsto.
Le famiglie possono scegliere di effettuare l’iscrizione a uno dei diversi indirizzi di studio presenti nella scuola, nonché indicare, in subordine, fino a un massimo di altri due istituti di proprio gradimento.
Download delle domande ricevute
Un’altra importante novità è rappresentata dalla possibilità per le scuole di scaricare un file excel, aggiornato quotidianamente, contenente tutte le informazioni inserite nelle domande ricevute, man mano che queste vengono inoltrate dalle famiglie. Questo file può, ad esempio, facilitare la predisposizione delle graduatorie degli aspiranti all’iscrizione.

Iscrizione degli alunni sprovvisti di codice fiscale

Anche per gli alunni stranieri sprovvisti di codice fiscale al momento dell’iscrizione è consentito inviare la domanda on line. Una nuova funzione, infatti, consente la creazione di un “codice provvisorio”, che, appena possibile, la scuola interessata deve sostituire nel SIDI con il codice fiscale definitivo.

Smart guide e altri materiali
Il processo delle iscrizioni è un sistema complesso, e insieme delicato, che richiede un’attenzione vigile ed una verifica continua del suo stato di avanzamento.
Per tale ragione, oltre alle smart guide (una per ogni fase del processo), necessarie alle istituzioni scolastiche per conoscere le funzioni dell’applicazione e poterle utilizzare correttamente, il MIUR mette a disposizione delle famiglie e delle scuole altra idonea documentazione.
Viene poi pubblicata nel portale web dedicato alle Iscrizioni on line, una brochure utile per fornire una informativa generale alle famiglie.
Infine, viene completamente aggiornato il portale delle Iscrizioni on line, punto di riferimento per le scuole e di accesso al servizio per le famiglie.

Il Direttore Generale
Maria Letizia Melina

Ultime Notizie

Informazione Scuola, l'informazione della scuola libera. A differenza di altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *