Pensionamenti anticipati: il governo dimentica la scuola

Il governo sulle pensioni dimentica il mondo della scuola, costretta a fare ancora da bancomat.

In questi giorni si sta discutendo di riformare – perdonateci il giuoco di parole – la riforma Fornero per permettere a chi vorrà di uscire con qualche anno di anticipo. Noi di InformazioneScuola in un precedente articolo ci siamo già espressi, consideriamo l’operazione onerosa e svantaggiosa per i lavoratori.

Tuttavia anche se volessero, gli insegnanti ed il personale non docente ATA, non potrebbe usufruire di questa novità. A lasciarlo intendere è un’esponente del PD, l’on. Patrizia Maestri che in un convegno dove era presente anche l’ex ministro Damiano, ha citato solo i lavoratori del privato, svelando dunque le intenzioni del governo circa i dipendenti del pubblico impiego, fra questi ovviamenti quelli del comparto scuola.

Questa esclusione dimostra ancora una volta l’insensibilità da parte dei politici verso questi lavoratori, forse considerati non-lavoratori? Ma certamente votanti come hanno dimostrato le ultime elezioni amministrative che hanno visto scendere in campo i docenti contro le politiche liberiste del governo Renzi.

Ultime Notizie

Informazione Scuola, l'informazione della scuola libera. A differenza di altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *