SBC : intorno alle RSU di istituto, urge una radicale riforma

Sono contrario alle RSU di istituto , e vi spiego il perché .

Per me ci dovrebbero essere norme contrattuali nazionali e regionali chiare ed univoche , meno poteri discrezionali per i DS e contrattazioni decentrate su pochi punti e per tipologie di scuole e in sede distrettuale , con i Dirigenti delle Scuole coinvolte con un rappresentante dell’ufficio regionale, con i sindacalisti territoriali e i rappresentanti dei lavoratori delle scuole Docenti e Ata eletti annualmente dalle assemblee dei lavoratori della singola scuola.

E bisogna soprattutto sganciare le elezioni RSU di scuola dalla rappresentatività sindacale nazionale dei sindacat, basate spesso su rapporti spurii all’interno delle singole scuole, amicali e clientelari.

Anche perché poi nel triennio, tranne pochi casi virtuosi, , oltre che agende e riunioni informative, i sndacati sono soliti lasciare da sole le RSU nelle grinfie di DS tracotanti e dittatoriali, che vedono le RSU con fastidio e non nella veste di rappresentanti sindacali eletti nell’ambito delle forme di relazioni previste dal CCNL e cioè di informazione, confronto e contrattazione, ma come loro subordinati ed esercitano nei loro confronti il potere gerarchico e se le RSU sono contrastive ai tavoli, scatta la rivalsa e l’ostracismo se non la persecuzione.

Pertanto il tavolo è inquinato da queste pregiudiziali che altera tutti irapporti e le relazioni sindacali.

In questi anni poi si è determinato un altro increscioso processo, sono i DS che invitano i lavoratori a loro più vicini a candidarsi, e così si salda la mappa di potere del DS con quella delle RSU e non essendo previsto il conflitto di interesse, si determina una gestione clientelare e familistica delle relazioni sindacali all’interno delle istituzioni scolastiche con la spartizione tra i soliti noti, ivi comprese le RSU, dei compensi accessori, un incremento stipendiale a volte corposo e pensionabile percepito con lo stipendio di luglio ed agosto.

Dovrebbero essere i sindacati stessi a fare un’ analisi critica della situazione e modificare tutto questo, prendendo atto del fallimento delle RSU di istituto come pensata oltre 20 anni fa, prevedendo nella Scuola nuove forme di democrazia , di rappresentanza sindacale e di contrattazione decentrata.

Libero Tassella SBC

Concorsi personale scuola, punteggio ATA, TFA sostegno, le qualifiche e i test

Ultime Notizie

InformazioneScuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click. A differenza d'altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.