SBC: La scuola azienda non è più un ascensore sociale

Le scuole aziende, volute prima dal centrosinistra e poi dal centrodestra, che si sono alternati al governo nella Seconda Repubblica, sono state messe in competizione tra loro, per accaparrarsi alunni e fondi con progetti, con una sorta di cannibalismo sul territorio che ha avuto come conseguenza diretta la razionalizzazione del sistema scolastico, infatti sono scomparse le piccole scuole e si sono creati mastodontici istituti di difficile gestione.

C’è tanto marketing oggi che serpeggia nelle scuole italiane , cosa sono infatti gli open day, se non manifestazioni da parata con polvere nascosta sapientemente sotto i tappeti, meglio sarebbe dire tanto fumo ma poco arrosto. Oggi si fanno addirittura da remoto con una visita guidata nelle scuole stile Ulisse.

Non sono certo io a dirlo, basta vedere le classifiche sulla preparazione degli studenti nelle abilità di base e la percentuale di analfabeti funzionali con il diploma in tasca o in cornice, questi sono i risultati della scuola autonoma, una scuola che brucia risorse ma non trasmette conoscenze.

Infatti oggi la scuola regala a tutti titoli con valore legale ai belli e ai brutti, agli asini e ai cavalli di razza, sarà poi il mercato o meglio il familismo amorale a decretare carriere e successo.

La scuola non è più da decenni un ascensore sociale ma una mortificante livella dove si confermano tutte le differenze socioculturali.

Noi pensiamo con le medagliette o con i cavalierati dati a DS o ai Docenti di risolvere i problemi?

Arricchire certe scuole a spese di altre, arricchire scuole di una parte del Paese a scapito di altre di un’altra parte del Paese, questa è la politica scolastica oggi perseguita in Italia.

C’è un unico disegno che parte dall’autonomia scolastica di Berlinguer Luigi passa per la 107 nel 2015 di Renzi Matteo da Rignano e arriva fino all’autonomia differenziata dei Governatori della Cisalpina e della Cispadana, assecondata in gran segreto dal governo Gentiloni romano di nobiltà papalina, ora ferma sol perché siamo in una pandemia che ha messo in ginocchio il nostro Paese.

Anche se per debolezza del Governo o sua incongruenza decisionale con periodici DPCM noi in questi mesi abbiamo anche assistito a prove tecniche di autonomia differenziata a proposito proprio della apertura o chiusura delle scuole e in alcuni casi i Governatori hanno agito con più accortezza di ministri sprovveduti.

Libero Tassella SBC

Concorsi personale ATA, TFA sostegno, le qualifiche e i test

Ultime Notizie

InformazioneScuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click. A differenza d'altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.