Site icon InformazioneScuola

Anno di prova: manca la circolare, non potranno partecipare alla mobilità

Che fine faranno i docenti immessi in ruolo con il piano di assunzioni suddiviso in fasi A, B e C? Dopo sei mesi dall’inizio dell’anno scolastico non si sa ancora nulla sull’anno di prova. Nonostante gli annunci più volte ribaditi dal ministro ad oggi non vi è traccia, mentre cresce l’ansia fra i docenti.

Quali rischi corrono i neossunti?

Uno è palese, ovvero che dovranno fare l’anno di prova il prossimo anno scolastico, con la conseguenza che saranno esclusi dalla mobilità e dalle assegnazioni provvisorie: non potranno riavvicinarsi alle loro famiglie. (Ricordate la deportazione? n.d.r.)

Si sono “salvati” solo quei precari che avevano un contratto di supplenza dove risultavano titolari, ovvero con un incarico su posto vacante, fino al 30 giugno o fino al 31 agosto. Ma questi docenti dal prossimo settembre dovranno prendere servizio presso la provincia dove hanno avuto il ruolo. Saranno dunque costretti a lasciare i loro territori e a trasferirsi al Nord.

Exit mobile version