HomeNotizieArriva l'aumento dello stipendio di 175 euro mensile, ma non per tutte...

Arriva l’aumento dello stipendio di 175 euro mensile, ma non per tutte le categorie

La scuola ancora una volta resta fuori dagli aumenti degli stipendi. Il personale è stato abbandonato dalla politica, ma anche dai sindacati

spot_img

Arriva l’aumento dello stipendio di 175 euro mensile, ma non per tutte le categorie. Il personale del settore sanità godrà di un aumento di stipendio, infatti, dopo il confronto tra l’Aran e il Mef, quest’ultimo ha trasmesso il parere conclusivo sull’ipotesi di accordo del comparto sanità al Dipartimento della funzione pubblica. Tale confronto non è stato semplice né per l’Aran né per Ragioneria generale dello Stato, è durato tre mesi ma alla fine il Mef ha dato l’assenso. Fatta eccezione per alcune annotazioni ma queste non dovrebbero cambiare l’intesa raggiunta con i sindacati a giugno.

Aumento mensile stipendio: La Legge di Bilancio 2021

La Legge di Bilancio 2021 ipotizzava un premio per i 277mila infermieri, ossia la metà del personale non dirigente del Servizio sanitario nazionale, ma senza lavorare sugli atti di indirizzo per il rinnovo contrattuale che sono fondamentali per l’aumento in busta paga. Con l’accordo raggiunto si parla di un incremento del salario di 175 euro lordi al mese.

A quanto ammonterà?

Roberto Speranza, ministro della Salute, spiega che gli stipendi dovrebbero aumentare tra 146 e 170 euro al mese. Ad incrementare il conto sono le voci aggiuntive allo stipendio base a partire dall’indennità di specificità infermieristica, inserita per riconoscere il lavoro svolto dagli infermieri durante la pandemia che solo questa indennità richiede un aumento in busta paga da 62,81 euro per gli operatori e da 72,79 euro per i professionisti della salute e i funzionari.

L’ indennità decorre dal primo gennaio 2021 insieme agli aumenti del tabellare compresi tra 54,50 euro e 98,10 euro al mese. Gli arretrati potrebbero arrivare a dicembre 2022 e, per gli infermieri, la somma oscilla tra i 3mila euro e i 4.500 euro.

Ora manca l’approvazione in Consiglio dei ministri e successivamente la certificazione della Corte dei Conti che dovrebbe essere al massimo 15 giorni, poi è possibile procedere alla sottoscrizione definitiva che concerne quasi 600mila lavoratori del settore sanità.

L’Aran, dopo aver sbloccato una trattativa complicata, si dedica ad altri negoziati come quella sul rinnovo del contratto della scuola, ancor più complessa e tortuosa della sopraindicata.

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso DSGA 2002/23

Iscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news