Cambiano gli istituti professionali: aumenteranno le ore di laboratorio e degli ITP

1
12
Cambiano gli istituti professionali: aumenteranno le ore di laboratorio e degli ITP

Per migliorare gli istituti professionali aumenteranno le ore di laboratorio e degli ITP. Una delle deleghe al governo riguarda la revisione dei percorsi dell’Istruzione professionale, da tempo in crisi.

Riforma, aumenteranno le ore di laboratorio e degli ITP

Il rilancio degli istituti professionali passerà dall’innovazione della loro offerta formativa e in particolare evitando doppioni con l’istruzione tecnica.

I nuovi percorsi dovranno rispondere in particolare al territorio e alle filiere produttive presenti. Insomma la nuova istruzione professionale dovrà rispondere alle esigenze delle aziende del territorio formando quelle figure richieste dal mercato del lavoro locale.

La nuova offerta formativa dei professionali passerà dagli attuali 6 agli 11 indirizzi

L’offerta formativa dei nuovi professionali sarà più ricca dell’attuale, i nuovi indirizzi riguarderanno: servizi per l’agricoltura, lo sviluppo rurale e la silvicoltura; pesca commerciale e produzioni ittiche; artigianato per il Made in Italy; manutenzione e assistenza tecnica; gestione delle acque e risanamento ambientale; servizi commerciali; enogastronomia e ospitalità alberghiera; servizi culturali e dello spettacolo; servizi per la sanità e l’assistenza sociale; arti ausiliarie delle professioni sanitarie: odontotecnico; arti ausiliarie delle professioni sanitarie: ottico.

Le scuole saranno libere di attivare i corsi in base alle esigenze del territorio

Le scuole saranno facilitate ad attivare i vari corsi, il processo di richiesta sarà semplificato, il vincolo però resta il territorio, la richiesta di attivazione deve essere coerente con le attivitùà produttive che vi operano.

Aumenteranno del 40% le ore di attività laboratoriali

La nuova riforma prevede inoltre un sostanzioso aumento delle attività tecnico pratiche in laboratorio.

Le attività laboratoriali, in particolare nel biennio, saranno aumentate del 40%; il 10% del monte ore sarà invece destinato agli apprendimenti personalizzati e per l’alternanza Scuola-Lavoro (dal secondo anno del biennio), il resto delle ore sarà dedicato a insegnamenti generali.

Come sarà strutturato il triennio dei percorsi professionali?

Il triennio degli istituti professionali sarà caratterizzato da un prevalente 55% di insegnamento di discipline di indirizzo, questo per dare modo agli studenti di specializzarsi e approfondire quanto appreso nel biennio, nell’ottica di un ingresso facilitato nel mondo del lavoro.

Gli studenti potranno conseguire la qualifica

Al terzo anno gli studenti potranno conseguire la qualifica professionale e potranno decidere se completare il percorso di studio di Istruzione Professionale o dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale regionale e conseguire un diploma professionale tecnico.

Gli istituti professionali regionali entrano nella rete nazionale

Gli istituti scolastici regionali e paritari di formazione professionale con la riforma del percorso professionale entrano di diritto a far parte della rete e le istituzioni formative accreditate per fornire percorsi di Istruzione e Formazione professionale (di competenza regionale) entrano a far parte di un’unica rete, la Rete nazionale delle Scuole Professionali.

Nasce l’offerta formativa unitaria

Con la revisione del percorso professionale arriva l’offerta formativa unitaria articolata e integrata sul territorio. Dall’anno scolastico 2018/2019 sarà già operativa.

1 Commento

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.830 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.