La nuova stagione di ricorsi che Adida sta proponendo, nasce dalla necessità di combattere per vie legali la problematica della III fascia, attualmente caratterizzata da due importanti questioni: il riconoscimento del titolo dei diplomati magistrali e i criteri utilizzati dal MIUR per attuare il riconoscimento della professionalità dei docenti della III fascia stessa che è confluito nella definizione dei Percorsi Abilitanti Speciali, i PAS.

Tralasciando in questa sede di approfondire le problematiche appena elencate, ci preme invece spiegare quale sia la “filosofia” che anima i ricorsi Adida, coerentemente con quanto è avvenuto sinora.

La prima cosa a cui abbiamo pensato è quale sia la richiesta dei colleghi, in cosa vorrebbero essere tutelati. Le azioni di ricorso che stiamo per intentare, infatti, sono tutte scaturite dalle sollecitazioni raccolte, atte quindi a soddisfare le necessità di quanti, hanno ritenuto inique le decisioni politiche del MIUR e le conseguenze sulla vita lavorativa di migliaia di docenti.

In questo clima di precarietà e di incertezza, sarebbe stato meglio non avere avuto altro da fare che adoperarsi per la difesa dei nostri diritti, ma non è così, purtroppo, in ogni caso, l’associazione ha saputo superare molte difficoltà e sta risalendo la china, forte della coerenza che l’ha contraddistinta fino ad oggi. Un nuovo sito, una nuova linfa, ma soprattutto un nuovo assetto, saranno le novità per quest’autunno, nel quale avrà luogo, a breve, una assemblea nazionale in cui saranno presentate le novità e i progetti della nostra associazione.

E per ringraziare quanti ci hanno sostenuto finora e quanti si identificano in Adida, abbiamo pensato, in accordo con i nostri legali, di garantire la massima partecipazione ad Adida, assicurando a quanti hanno scelto o sceglieranno di seguire l’associazione nella sua battaglia legale e politica una “priorità” nell’adesione. Per questo, a quanti aderiranno ai nostri ricorsi, sarà consegnata la tessera 2014 dell’associazione che trasformerà dei semplici aderenti in associati, con una precisa fisionomia statutaria. Da gennaio, infatti, anche Adida dovrà prevedere una piccola sottoscrizione per i nuovi iscritti, per garantire a tutti la possibilità di proseguire nell’attività dell’associazione stessa, sottoscrizione dalla quale saranno esonerati quanti si vedranno riconoscere lo status di associati in modo totalmente gratuito, avendo partecipato alla quota del ricorso che, come detto, include la sottoscrizione per il 2014. Ai ricorrenti Adida, infine, come sempre, l’associazione garantirà assistenza e consulenza gratuita per tutta la durata dei ricorsi.

L’associazione Adida è una delle associazioni più rappresentative nell’ambito del precariato scolastico di III fascia. La sua forza deriva dalla condivisione e dal sostegno di tutti. Con il nuovo anno, sarà importante che questa partecipazione si rafforzi, tante saranno, secondo quanto rileviamo, le battaglie ancora da fare. Quanti parteciperanno ai nostri ricorsi, quindi, sosterranno direttamente questo ambizioso progetto.

Valeria Bruccola per Adida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.