Home Precari della Scuola Concorso scuola 2019, cosa studiare e ripartizione delle assunzioni

Concorso scuola 2019, cosa studiare e ripartizione delle assunzioni

concorso docenti bullizzati, reclutamento

osa occorre studiare per prepararsi correttamente al concorso della scuola del 2019?

Ormai è la domanda ricorrente che si trova in tutti i gruppi di insegnanti precari su Facebook e nei vari forum.

“Sapete dove si possono trovare testi per studiare per il concorso 2019”?

Alla luce degli ultimi concorsi possiamo fin da subito dire che gli argomenti richiesti ai concorrenti riguardano due aspetti, il primo è quasi sempre improntato sulla conoscenza della legislazione scolastica, organi collegiali, legge di riforma eccetera.

La seconda riguarda una lezione simulata o un’unità didattica che il candidato dovrà preparare e discutere poi con la commissione esaminatrice.

Insomma se dovessimo consigliare un testo da acquistare consiglieremmo soprattutto un volume relativo la legislazione scolastica dando ovviamente per scontato la conoscenza della disciplina.

Concorso scuola 2019, come saranno suddivise le assunzioni?

L’approvazione definitiva della legge di bilancio non ha modificato le regole dunque le assunzioni saranno così ripartite: il 50% dei posti vanno alle GAE, l’altro 50% ai concorsi. Se restano posti dalle GAE (perché si esauriscono) si aggiungono a quelli per i concorsi.


Precisa Corrado Colangeli FLC CGIL: “I posti dei concorsi vanno prioritariamente al concorso 2016 (inclusi gli idonei per i 4 anni di validità dal primo anno di vigenza delle graduatoria). Se restano posti (concorso 2016 esaurito) i posti vanno ai concorsi previsti dal Dlgs 59/17 con queste percentuali variabili nel tempo: 2019/20 100% al concorso abilitati, 2020/21 e 2021/22 80% al concorso abilitati e 20% al nuovo concorso ordinario e così via. Ovviamente se si esaurisce anche la graduatoria del concorso abilitati i posti residui vanno tutti al concorso ordinario”.

Exit mobile version