Press "Enter" to skip to content

Giannini: No ai concorsi per soli titoli, Si al doppio canale

Share

E’ un NO risoluto quello pronunciato dal ministro Giannini durante l’audizione presso la VII commissione del Senato, chi sperava dunque ad una stabilizzazione tramite un concorso per soli titoli dovrà rassegnarsi. Il governo non intende rivedere le proprie posizioni. Il ruolo si otterrà solo tramite concorso e dopo aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento.

Le immissioni in ruolo – rassicura la Giannini – avverranno sempre dal cosiddetto doppio canale, ovvero il 50% sarà assunto dai vincitori di concorso, l’altro 50% dalle graduatorie ad esaurimento. Esaurite queste si assumerà solo ed esclusivamente tramite concorso.

Quanti sono ancora i precari iscritti nelle graduatorie ad esaurimento?

Secondo il ministero complessivamente sono 44.721 così suddivisi: 24.322 di scuola dell’infanzia, 7537 di scuola primaria, 3373 di scuola secondaria di I grado e 9489 di scuola secondaria di II grado.

Ricordiamo che il doppio canale, e quindi l’assunzione attraverso questa vecchia procedura, è previsto dalla stessa legge 107. Legge contestatissima da tutto il mondo della scuola, precari e personale di ruolo.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.