HomePrecari della ScuolaGPS 2022, annullato il 10% degli incarichi, cambieranno i docenti

GPS 2022, annullato il 10% degli incarichi, cambieranno i docenti

spot_img

Scuola, scompiglio nelle graduatorie: contratti annullati ai docenti. Il 10% delle cattedre muterà. Rabbia dei presidi: «Mai visto». Molti errori nel Lazio e in altre regioni. Contestazione dei sindacati: “procedure sbagliate”.

Succede che per un docente il contratto di lavoro annuale duri solo due settimane. Si stanno verificando molti errori nelle graduatorie dei precari e la cattedra appena ottenuta salta. È quello che sta succedendo negli istituti scolastici del Lazio e di altre regioni italiane con le convocazioni dei supplenti. La beffa è che da un lato ci sono i precari in attesa di un incarico e una volta firmato se lo vedono negare, e dall’altra ci sono gli studenti che si vedranno cambiare l’insegnante in cattedra.

Scuola: aumento dei precari

Venerdì sera, dall’ufficio scolastico regionale, è arrivata una nota in cui è previsto il cambio in corsa dei docenti di sostegno. È inammissibile che, per degli errori informatici nelle Gps, i docenti appena nominati debbano essere sostituiti da chi ha il punteggio corretto. Dunque, chi perde la cattedra appena ottenuta, sarà costretto ad andare in un’altra scuola o addirittura non avere nuovi incarichi.

Sconforto dei precari e dei presidi

Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione nazionale dei presidi del Lazio spiega: «Il mondo dei dirigenti di Roma e Provincia è in agitazione per gli errori di assegnazione riguardo alle graduatorie. C’è sconcerto assoluto da parte di tutti i dirigenti che ora si trovano a chiudere dei contratti dopo due settimane, quando invece si trattava di contratti annuali, e dover fare contratti nuovi, oltre al cambio di docenti per gli alunni di sostegno».
Di male in peggio perché la nota è uscita venerdì sera e la presa di servizio è prevista per lunedì, ma la maggior parte delle scuole sono chiuse in quanto sede di seggio elettorale.
Prosegue Costarelli: «È la prima volta che succede una cosa del genere nonostante si continui a dire che va tutto bene, ci sono invece insegnanti che dopo poco più di una decina di giorni, con contratto annuale, vengono sollevati, chiuso il contratto e riaperto su supplenza annuale. Questo non è davvero mai successo. Siamo senza parole».
Nonostante le procedure siano partite in anticipo rispetto agli anni scorsi, l’organizzazione è bloccata per le ingenti domande. Solo per Roma e provincia, l’ufficio scolastico regionale fa sapere che ci sono state 370mila domande di supplenza e sono quasi diecimila quelle assegnate, di cui 2.500 solo sul sostegno.

Graduatorie sbagliate: un docente su dieci cambia cattedra

La procedura informatizzata ha creato caos nell’assegnazione dei punteggi e questo ha causato il cambio cattedra per il 10% dei docenti, spiega l’ex provveditorato. Anche la Flc Cgil aveva chiesto spiegazioni sul funzionamento della procedura informatizzata.
Il sindacato commenta: «La procedura assegna le quote di posti dei riservisti senza considerare la graduatoria di appartenenza dei docenti e senza considerare il possesso o meno della specializzazione sul sostegno o l’esperienza pluriennale acquisita su quella tipologia di posto. Ad esempio considera le graduatorie ad esaurimento e le graduatorie provinciali dei supplenti come un’unica graduatoria: non distingue i docenti specializzati, quindi presenti in prima fascia, i docenti con 3 anni di esperienza sul sostegno quindi iscritti in seconda fascia e i docenti senza titolo di specializzazione né esperienza di lavoro sul sostegno, chiamati dalle graduatorie incrociate di posto comune».
Pare che non si trovi la soluzione al problema insorto e la questione verrà affrontata dal senatore della Lega, Mario Pittoni, vicepresidente della commissione Cultura a Palazzo Madama. Quest’ultimo da tempo segnalava i rischi inerenti agli errori, al mancato aggiornamento delle graduatorie, agli accavallamenti normativi e all’algoritmo che continua a provocare problemi.
Spiega: «Sono diverse le ragioni di questa tempesta perfetta tra cui qualche azzardo normativo senza approfondire i possibili effetti collaterali. Al tavolo si raccoglieranno tutte le segnalazioni per poi mettere a punto i correttivi necessari. Quanto subiscono in queste settimane i docenti precari non dovrà più ripetersi».

COMPILA IL FORM PER AVERE INFORMAZIONI ED ACQUISRE I 24 CFU E DIVENTARE DOCENTE

Iscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news