Press "Enter" to skip to content

Graduatorie esaurite e inserimento ed aggiornamento 2017/2020

Share

Conoscere le graduatorie esaurite facilita a scegliere la provincia per l’aggiornamento e l’inserimento

Le graduatorie esaurite sono gli elenchi che durante il triennio scolastico precedente hanno lavorato tutti i docenti iscritti e si è dovuto ricorrere alle domande di messa a disposizione per coprire le supplenze o affidare gli incarichi. La carenza maggiore si è registrata nelle classi di concorso relative l’insegnamento nella scuola dell’Infanzia e Primaria.

Le scuole hanno faticato parecchio a trovare maestre e maestri per completare il proprio organico al punto che sono dovute ricorrere ai titoli di studio affini.

Un’altra carenza riguarda i docenti di lingua Francese, anche per questa disciplina gli istituti di istruzione di primo e di secondo grado hanno faticato a reperire personale per completare gli organici o affidare un incarico di supplenza.

Graduatorie ad esaurimento GaE già esaurite

Le graduatorie che registrano un maggior numero di classi di concorso esaurite restano quelle ad esaurimento, le cosiddette GaE.

Sono diverse le province italiane, in particolare al Nord che da tempo evidenziano che non vi sono più iscritti a sufficienza in questa tipologia di graduatorie ad esaurimento.

I pochi che vi sono ancora lavorano tutti con un incarico annuale (30 giugno o 31 agosto), la maggioranza degli iscritti è stata immessa in ruolo nel triennio precedente.

La Redazione di InformazioneScuola, proprio in previsione dell’aggiornamento delle graduatorie di istituto, aveva provato a stilare un elenco delle 10 province italiane dove è più semplice avere un incarico. Va precisato che le indicazioni sono ancora da tenere in considerazione anche se bisogna considerare che proprio in fase di aggiornamento degli elenchi una percentuale di precari può scegliere di cambiare provincia, ma la percentuale a nostro avviso rimane bassa.

Per la presentazione della domanda di inserimenti alle graduatorie per il triennio 2017/2020, invitiamo i nostri lettori a leggere la nostra guida.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.