Home Lettere in Redazione Lavoratori fragili scuola scrivono a Matteo Salvini

Lavoratori fragili scuola scrivono a Matteo Salvini

I lavatori fragili scrivono al segretario della Lega per sensibilizzarlo sulla loro problematica

i lettori ci scrivono

Lavoratori fragili – Egregio Matteo Salvini, siamo Dorotea de Candia e Raffaella Sfregola, lavoratrici fragili. Amministriamo un gruppo composto da lavoratori oncologici, immunodepressi, trapiantati, genitori con figli disabili gravi etc… etc…, denominato “LAVORATORI FRAGILI & INIDONEI”.

Siamo qui per esprimerle la grande delusione che ci ha dato, posizionando al quarto posto in lista, nell’ambito delle ultime elezioni Politiche, il Senatore Augussori, si, non ci siamo sbagliate, per noi fragili lui è ancora e resterà sempre il “Senatore” Augussori.

Noi non siamo esperte di politica ma, con il senno di poi, abbiamo capito che quel quarto posto nel listino da lei assegnato al Senatore Augussori significa aver voluto dare poca importanza e scarse possibilità di rielezione a chi si è occupato seriamente e costantemente in piena pandemia di lavoratori fragili.

Questa sua scelta, caro Senatore Salvini, ha penalizzato di conseguenza anche a noi. Pertanto, con la presente siamo a chiederle di affidare al Senatore Luigi Augussori un incarico di rilievo nell’attuale Governo, questo è fattibile, a prescindere dell’esito elettorale, ma solo se lei lo volesse veramente. Volere è potere.

Vogliamo che il Senatore Augussori ricopra il ruolo di Ministro per le Disabilità, sia perché ha meritato sul “campo” tutta la nostra stima, rispetto e gratitudine ed anche perché ci sentiamo orfani della nostra figura di riferimento e sopraffatti da un senso di sconforto.

Sappiamo benissimo che lei ha un ruolo chiave in questo Governo ed è leader di uno dei partiti di maggioranza, quindi a gran voce le chiediamo di ascoltare noi fragili, di ascoltare quei lavoratori fragili a cui avete esplicitamente dedicato un punto del programma elettorale condiviso della coalizione di centrodestra.

Eviti di risponderci che ci saranno altri politici che si occuperanno di noi, perché gli altri politici non saranno mai, per noi, il Senatore Augussori.

La invitiamo a non lasciarci indietro ed a rispettare il nostro volere, accogliendo le nostre corali richieste.
Nessuno ci ha mai teso la mano come il Senatore Augussori, noi abbiamo bisogno del nostro punto di riferimento, che per noi ha solo un nome: Luigi Augussori.

In questo momento sappiamo benissimo che volere è potere, ma deve volerlo lei. Non ci sono scuse, non ci sono quarti posti in lista elettorale, perché lei in qualità di leader di un partito di maggioranza ha il potere di conferire l’incarico di Ministro per le Disabilità al Senatore Augussori, così come le richiedemmo ed auspicammo (guardandoci negli occhi), durante la sua tappa elettorale a Barletta.
Cordialmente

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso 

Iscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
Exit mobile version