Press "Enter" to skip to content

L'Usb chiede chiarimenti sulla dotazione organico di sostegno

Share

All’ufficio scolastico regionale – Sicilia

All’ufficio scolastico provinciale di ___________________

al dott. Luca Girardi – Ufficio VI Personale scuola

al dott. Maurizio Gentile – autonomia scolastica

Oggetto: richiesta di chiarimenti in relazione all’organico regionale degli insegnanti di sostegno e alla gestione degli stessi all’interno delle singole istituzioni scolastiche

La scrivente organizzazione sindacale con la presente, in relazione alla dotazione organica dei docenti di sostegno per l’anno scolastico 2013/2014, espone quanto segue:

vista la normativa relativa al diritto degli alunni disabili a un sostegno che garantisca la piena integrazione scolastica degli stessi, in particolare l’art. 3 comma 3 della legge 104/92, che assicura ai minori con grave disabilità un percorso d’integrazione individualizzato, che si concretizza nell’assegnazione di un docente di sostegno specializzato per ogni alunno, il cosiddetto rapporto 1:1;

vista la legge 111/2011 art. 19 comma 11 che in riferimento ai minori con disabilità stabilisce che: “l’organico dei posti di sostegno è determinato secondo quanto previsto dai commi 413 e 414 dell’articolo 2 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, fermo restando che è possibile istituire posti in deroga, allorché si renda necessario per assicurare la piena tutela dell’integrazione scolastica. L’organico di sostegno è assegnato complessivamente alla scuola o a reti di scuole allo scopo costituite, tenendo conto della previsione del numero di tali alunni in ragione della media di un docente ogni due alunni disabili”;

rilevato che, in diverse scuole della regione, sono presenti percorsi d’integrazione scolastica di alunni disabili non coincidenti con quanto previsto dalla normativa su citata;

rilevato che, nei vari incontri istituzionali a livello regionale e provinciale, mai è stato esplicitato un “criterio chiaro” di assegnazione dell’organico regionale di sostegno alle singole province e ancor meno è stato indicato un “criterio logico” di ripartizione delle cattedre alle quattro aree del sostegno nella scuola secondaria II grado

CHIEDE

Di conoscere i criteri adottati e la normativa di riferimento in relazione all’assegnazione della dotazione organica di sostegno regionale alle singole province;

Di conoscere in che modo avviene la ripartizione, a livello provinciale, delle dotazione organica di sostegno in riferimento alle quattro aree (AD01,AD02,AD03,AD04) della scuola secondaria di secondo grado;

Di conoscere quali siano i criteri di ripartizione dei posti in deroga alle singole province e successiva distribuzione dei relativi posti all’interno dei vari ordini di scuola di ogni singola provincia;

Di conoscere le azioni di controllo attuate dall’USR e dagli USP provinciali in relazione alla corretta gestione degli insegnanti di sostegno all’interno delle singole istituzioni scolastiche, nel rispetto del processo di integrazione scolastica degli alunni diversamente abili

USB P.I. SICILIA – SCUOLA

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.