NoiPa e CU 2017: il 730 precompilato sarà disponibile dal 18 aprile
NoiPa e certificazione unica

Scaricate la certificazione unica da NoiPa oppure utilizzate il 730 precompilato

NoiPa e CU 2017: il 730 precompilato sarà disponibile dal 18 aprile
NoiPa e certificazione unica

Dalla fine del mese di marzo NoiPa, il portale del MEF, ha messo a disposizione del personale della scuola, ma anche di tutti i dipendenti della pubblica amministrazione la Certificazione Unica relativa all’anno 2016.

Anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate offre la possibilità di presentare la dichiarazione dei redditi grazie al modello 730 precompilato. I dipendenti della pubblica amministrazione potranno scaricare la Certificazione Unica da NoiPa e procedere secondo le vie classiche tramite il proprio commercialista o il CAF, Centro di Assistenza Fiscale, oppure potranno procedere autonomamente attraverso il modello 730 precompilato.

L’Agenzia delle Entrate fa sapere che dal 18 aprile la dichiarazione dei redditi precompilata sarà a disposizione dei contribuenti.

L’Agenzia delle Entrate annuncia diverse novità per la dichiarazione dei redditi del 2017

“Quest’anno – comunica l’Agenzia delle Entrate attraverso il proprio portale – nella dichiarazione precompilata sono inseriti molti più dati sulle spese sanitarie. Sono presenti, infatti, sia le spese per l’acquisto di farmaci presso farmacie e parafarmacie sia le spese sanitarie sostenute per le prestazioni degli ottici, degli psicologi, degli infermieri, delle ostetriche, dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle strutture autorizzate a fornire i servizi sanitari e non accreditate”.

Tali novità si vanno ad aggiungere a quelli già presenti relativi lo scorso anno, in più la dichiarazione precompilata contiene le spese veterinarie comunicate dalle farmacie, dalle parafarmacie e dai veterinari e le spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomini, che sono comunicate all’Agenzia delle Entrate dagli amministratori di condominio.

Questi nuovi oneri e spese si aggiungono a quelli già considerati negli scorsi anni dall’Agenzia delle Entrate:

  • gli interessi passivi sui mutui in corso
  • i premi assicurativi
  • i contributi previdenziali e assistenziali
  • i contributi versati per lavoratori domestici
  • le spese universitarie e i relativi rimborsi
  • le spese funebri
  • i contributi versati alla previdenza complementare
  • i bonifici riguardanti le spese per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici.

Inoltre, sono presenti anche gli oneri detraibili sostenuti dal contribuente e riconosciuti dal sostituto, riportati nella Certificazione Unica (scaricabile da NoiPa), nonché quelli ricavati dalla dichiarazione dello scorso anno che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali (per esempio, le spese per ristrutturazioni edilizie o risparmio energetico).

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.903 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.