HomeNotiziePagamento differito del TFR agli statali, la Corte Costituzionale potrebbe dichiararlo illegittimo

Pagamento differito del TFR agli statali, la Corte Costituzionale potrebbe dichiararlo illegittimo

spot_img

Il ricorso è sorto da parte un di un iscritto dell’Unsa al tribunale di Velletri. Si tratta di un dipendente statale, andato in pensione raggiunti i limiti di età. La sezione Lavoro del tribunale di Velletri ha sospeso il giudizio sulla questione, in attesa del pronunciamento della Corte costituzionale.

Nonostante questa si pronuncerà nei prossimi mesi, la bocciatura delle disposizioni che permettono di versare il Tfr o l’indennità di buonuscita in modalità differita agli statali che vanno in pensione a 67 anni sembra ormai ovvia.

Nei prossimi mesi la Corte costituzionale si pronuncerà sulla illegittimità delle norme che differiscono il pagamento del Tfr per i dipendenti pubblici

Ad oggi, il Tfr dei dipendenti pubblici ha tempi di pagamento diversi, i quali variano a seconda della cause di cessazione del rapporto di lavoro. La durata varia da 105 giorni, nel caso di decesso del lavoratore o di uscita per inabilità, ed arriva a quasi cinque anni nel caso si sia usciti dal lavoro con la cosiddetta Quota 100, ovvero avendo esattamente 62 anni di età e 38 di contributi.

Antonio Mirra, consulente legale dell’Unsa ha dichiarato: “Si tratta di una vittoria per noi, il giudice ha formulato un giudizio di non manifesta infondatezza della questione di costituzionalità delle norme che disciplinano il pagamento della liquidazione ai pubblici dipendenti”.

La questione era già stata esaminata in passato dalla Corte costituzionale, per effetto di un altro ricorso da parte di un iscritto dell’Unsa. In questo caso però, il dipendente era uscito dal lavoro anticipatamente rispetto alla scadenza del contratto. Successivamente all’analisi della questione, con la sentenza 159 del 2019, la Corte ha giustificato da un lato la legittimità delle misure dilatorie e rateali relative al pagamento del Tfr nei casi di cessazione anticipata del rapporto di lavoro, ma ha affermato e sottolineato di ritenere maggiormente tutelabili i lavoratori che vanno in pensione raggiunti limiti di età.

COMPILA IL FORM PER ACQUISRE I 24 CFU E DIVENTARE DOCENTE

Iscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news