Home Comunicato Stampa PNRR, il governo dimentica la scuola, occorrono altre risorse

PNRR, il governo dimentica la scuola, occorrono altre risorse

green pass rafforzato

PNRR2, M5S: SCONGIURATI ALCUNI TAGLI MA A SCUOLA SERVONO RISORSE E INVESTIMENTI

Roma, 23 giugno – “Il MoVimento ha lavorato moltissimo in queste settimane, grazie anche a una convergenza con le altre forze di maggioranza, per migliorare diversi aspetti problematici del decreto. Siamo contenti di aver ottenuto l’eliminazione dei mortificanti test a crocette per la selezione, di aver scongiurato alcuni tagli ma non possiamo nascondere le nostre perplessità per il parziale ripristino dei tagli originari del decreto, relativi ai contingenti dal 2026 al 2031”. Lo dichiarano in una nota i parlamentari cinquestelle delle commissioni Cultura e Istruzione di Senato e Camera.

“Durante le discussioni con il Mef abbiamo sempre insistito su un punto, per noi fondamentale: i risparmi derivanti dalla denatalità devono rimanere nel comparto scuola. Per questo – continuano – la decisione giunta in tarda serata dalla Ragioneria dello Stato e dal MEF ci preoccupa e vanifica il lungo lavoro delle commissioni parlamentari”.

“Detto ciò, nonostante tutto siamo riusciti a scongiurare il taglio alla Carta del docente fino al 2024 e abbiamo strappato l’impegno in legge di bilancio a tornare sui tagli previsti successivamente e anche perché siamo riusciti a rafforzare l’autonomia scolastica grazie alla promozione di quelle figure professionali intermedie di supporto all’autonomia scolastica e al lavoro didattico e collegiale. Grazie al nostro contributo, prevediamo esoneri per i collaboratori dei dirigenti scolastici per le scuole in reggenza. Infine c’è una cosa attesissima: il via libera allo scorrimento delle graduatorie degli idonei dei concorsi docenti della secondaria, come già fatto per la scuola primaria. Chiediamo però a Draghi un deciso cambio di passo sulla scuola e il ripristino delle risorse. Non ci sarà nessuna ripresa economica se non la scuola non viene considerata prioritaria per l’Italia”, concludono.

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso ordinario 2022 della scuola

Inscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
Exit mobile version