HomeComunicato StampaSBC e NDV: ora bisogna abolire tutti i vincoli nella mobilità

SBC e NDV: ora bisogna abolire tutti i vincoli nella mobilità

ALLE FORZE POLITICHE

Il risultato ottenuto in commissione bilancio del Senato, in sede di conversione in legge del Decreto Sostegni ter, pur con i suoi limiti, segna senza alcun dubbio un passo in avanti nella lunga vertenza relativa ai vincoli del personale docente della scuola neo immesso in ruolo dal 20/21.

Un passo in avanti, in un percorso, certo accidentato, che non deve interrompersi, ma dovrà proseguire, visto il mutato atteggiamento delle forze politiche sul problema, fino a pochi mesi fa misconosciuto se non addirittura giustificato in nome di una malintesa ed astratta nozione di continuità didattica.

Si ricordi solo come emendamenti su tale problematica abbiano avuto un esito infelice in fase di riconversione in legge di altri provvedimenti, si cita tra gli altri la legge di Bilancio 2022.

Il problema dei vincoli, come SBC e NDV hanno sempre sostenuto ormai da due anni, deve ritornare nell’alveo della Contrattazione di Comparto, in quanto fa parte di una materia relativa allo Stato giuridico del personale della scuola, contrattualizzata da decenni, oggi la materia è regolata dall’art 22 del CCNL e da specifici contratti triennali integrativi.

È venuto il momento che il legislatore sancisca un passo indietro della politica su questa materia, gli interventi legislativi hanno il limite oggettivo di una gestione rigida e centralistica della mobilità sui territori del personale docente senza considerare la specificità del lavoro nella scuola, sostituire una norma che si cristallizza nel tempo ad uno strumento flessibile come un contratto che si rinnova nel tempo è stato un grave errore di questa e della precedente Legislatura, citiamo la legge 159/ 2019 commi 17 octies e nonies , art.1, e la legge 106/2021, comma 2 lettera f) della Legge 106/2021.

Il recente CCNI 22/25, firmato da un solo sindacato ha dato purtroppo una risposta insufficiente, incongrua e punitiva per i docenti neo immessi in ruolo che ottengono il trasferimento, introducendo un ulteriore vincolo per i docenti neo immessi in ruolo che saranno trasferiti per il 22/23 e negli anni a seguire.
Per i docenti 20/21 trasferiti si ripristina in pratica il vincolo quinquennale della 159/2019 per gli altri dal 21/22 in poi, un vincolo quadriennale.

Alla luce del nuovo risultato ottenuto in fase di conversione del Sostegni ter, la possibilità per i neo immessi in ruolo di poter presentare domanda di Utilizzazione e Assegnazione Provvisoria nell’ambito della provincia di titolarità e di beneficiare comunque dell’art. 36 del CCNL anche in altra provincia, noi crediamo che ora sia necessario affrontare il problema in modo complessivo e risolutivo , non spacchettando le Utilizzazioni e le Assegnazioni Provvisorie dai Trasferimenti, ritornando ai soli vincoli contrattuali previsti dal CCNL 2018, elemento di equilibrio tra le esigenze della scuola e quelle del suo personale, per coloro che ottengono la mobilità in fase provinciale e interprovinciale su una singola scuola da loro scelta in sede di mobilità territoriale e professionale.

Da qui la necessità di un’intesa tra le forze politiche, per eliminare ogni vincolo nei Trasferimenti, nelle Utilizzazioni e nelle Assegnazioni Provvisorie provinciali e interprovinciali, con l’abrogazione del comma 17 nonies dell’art. 1 della 159/2019, che ha estromesso la contrattazione di Comparto, e del comma 2) lettera f) dell’art.58 della legge 106/21.

Alla luce di una rinnovata sensibilità politica e di una consapevolezza della problematica, si auspica un intervento risolutivo del Parlamento che ridia al tavolo contrattuale la piena gestione del problema vincoli nella mobilità dei docenti tale da determinare la riscrittura del CCNI su Trasferimenti e Passaggi 22/25 e la definizione del nuovo CCNI su Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie.

Libero Tassella SBC

Speciale Mobilità 2022

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso ordinario 2022 della scuola

Inscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news