Press "Enter" to skip to content

Scatti d’anzianità: il tribunale di Bologna condanna il MIUR a riconoscerli ad un precario

Share

Scatti d’anzianità – Un’altra vittoria ottenuta presso il Tribunale di Bologna, a favore di un docente precario, che ha ricoperto posti a tempo determinato, per ben 12 anni, il Giudice Bolognese, ha accolto il ricorso dell’avv. Giuseppe Versace.

Scatti d’anzianità: il Tribunale del lavoro condanna il MIUR

Il Giudice del Lavoro di Bologna, Dott. Maurizio Marchesini, infatti ha dichiarato che il Docente aveva diritto alla valutazione del servizio pre-ruolo svolto ed alle eventuali differenze retributive maturate, in applicazione del CCNL di settore succedutisi nel tempo, in relazione all’anzianità di servizio via via maturate, con esclusione degli scatti biennali e nei limiti della prescrizione quinquennale dal giorno della notifica del ricorso introduttivo (20.01.2012).

Ha affermato che il Docente ha diritto alla ricostruzione integrale della Carriera, ai fini giuridici ed economici, con valutazione di tutti i periodi lavorativi svolti per un tempo superiore a 6, ed alle conseguenti differenze retributive.

Con condanna del Ministero convenuto al pagamento di tali differenze retributive, con interessi legali dalle more al saldo.

Avv. Giuseppe Versace

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.