Home Scuola Schema di decreto riforma degli istituti Tecnici e professionali, scaricalo in esclusiva

Schema di decreto riforma degli istituti Tecnici e professionali, scaricalo in esclusiva

Riforma degli Istituti Tecnici e Professionali, Pronto lo schema di decreto, scaricalo in esclusiva

Istituti tecnici innovativi, ecco su cosa dovrebbero basarsi

Schema di decreto riforma degli istituti Tecnici e professionali, ecco in sintesi alcune novità, la prima su tutte è che avranno durata quadriennale, ma per chi conclude il percorso avrà altre opportunità come l’accesso ai Percorsi degli ITS Academy.

Carta dei Docenti ai Precari, si moltiplicano le sentenze e gli accrediti a favore dei precari, ecco come richiederla

Proviamo a sintetizzare alcuni punti della riforma degli Istituti Tecnici e Professionali

In un’importante sviluppo nel panorama dell’istruzione tecnico-professionale, i soggetti che hanno completato i percorsi quadriennali indicati nell’articolo 17, comma 1, lettera b) del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, possono ora accedere ai percorsi formativi delle ITS Academy. Tale possibilità si basa su criteri chiari, delineati nelle nuove disposizioni che puntano a valorizzare e integrare le competenze acquisite.

Secondo le nuove direttive, l’accesso ai percorsi delle ITS Academy è consentito in due specifiche circostanze:

a) Adesione alla Filiera Tecnologico-Professionale: Le istituzioni formative regionali, responsabili della gestione dei predetti percorsi quadriennali, devono aderire alla filiera formativa tecnologico-professionale indicata nel comma 1 dell’articolo 17. Questo rappresenta un passo fondamentale per consentire ai soggetti interessati di accedere ai programmi di formazione avanzata offerti dalle ITS Academy.

b) Validazione dei Percorsi Quadriennali: La validazione dei percorsi di cui all’articolo 17, comma 1, lettera b), è subordinata a un sistema di valutazione dell’offerta formativa erogata dagli istituti regionali. Questa valutazione si basa sugli esiti delle rilevazioni degli apprendimenti predisposte dall’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI). Questo organismo è stato istituito con decreto del Ministro dell’istruzione e del merito, in collaborazione con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, con l’obbligo di intesa in sede di Conferenza unificata ai sensi del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

Queste nuove disposizioni promuovono la strada verso un approccio più integrato e orientato al riconoscimento delle competenze acquisite, offrendo opportunità significative per coloro che hanno completato i percorsi quadriennali indicati. L’obiettivo è promuovere un sistema educativo che si adatti alle esigenze del mercato del lavoro, creando un legame più stretto tra l’istruzione tecnico-professionale e le opportunità di carriera nel contesto contemporaneo.

Scarica lo schema di decreto e il DDL

Ddl-Riforma-Tecnici-e-Professionali

Il DDL

Alcuni detti della Latino usati comunemente. Le pillole della prof. Sirchia

Exit mobile version