Home Comunicato Stampa Scuola e Disabilità: La Denuncia di Gilda Sportiello (M5S)

Scuola e Disabilità: La Denuncia di Gilda Sportiello (M5S)

La disabilità a scuola dimenticata dal governo? Arriva la denuncia del M5S

La denuncia della Cisl Sicilia, il 40% delle persone con disabilità è fuori dal mercato del lavoro

Scuola e disabilità – Con l’inizio del nuovo anno scolastico, le preoccupazioni dei genitori si fanno sempre più forti, soprattutto per coloro che hanno figli con disabilità. La deputata del Movimento 5 Stelle, Gilda Sportiello, ha sollevato il problema dell’assistenza a bambini e ragazzi con disabilità nelle scuole italiane, definendo la situazione attuale “intollerabile”.

Detassazione delle Tredicesime 2023 dei pensionati, Cosa Pensa di fare il governo?

Sportiello aveva presentato un’interpellanza a questo proposito già ad aprile, ma fino a questa mattina non aveva ricevuto risposta. La deputata ha sottolineato che i genitori di bambini con disabilità sono preoccupati perché ancora non sanno chi si occuperà dei loro figli durante l’orario scolastico. Questa incertezza mette in evidenza una grave lacuna nel sistema educativo italiano.

La deputata Sportiello ha evidenziato casi concreti, come quello di Roberta, una bambina che non può frequentare la scuola a causa della mancanza di assistenza, o di Francesco, un ragazzo di sedici anni che può frequentare solo alcune ore al giorno perché l’assistenza infermieristica di cui ha bisogno è disponibile solo in quelle ore.

La deputata ha sottolineato che è inaccettabile lasciare a casa bambini e ragazzi con disabilità, negando loro il diritto allo studio e la possibilità di sviluppare interessi e relazioni con i propri coetanei.

Sportiello ha chiesto che il disegno di legge delega relativa a questo problema venga approvato al più presto. Nel frattempo, ha sottolineato la necessità di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione dello Stato, compreso il potere sostitutivo, per garantire il diritto allo studio a tutti i bambini e ragazzi con disabilità.

La deputata ha evidenziato la necessità di soluzioni a lungo termine e ha criticato l’uso frequente di contratti a tempo determinato per gli insegnanti di sostegno, sottolineando che è importante creare rapporti di fiducia con gli studenti e garantire loro tempo di qualità.

Leggi anche: Pensione INPS ottobre 2023 più ricca, ecco la nuova tabella con gli aumenti

In conclusione, Gilda Sportiello ha dichiarato di condividere il dolore di queste famiglie e ha promesso di continuare a lottare per trovare una soluzione a una situazione che considera “francamente intollerabile”. La questione dell’assistenza a bambini e ragazzi con disabilità nelle scuole italiane rappresenta una sfida importante per il sistema educativo del paese, e la deputata si impegna a portare avanti questa battaglia per garantire loro il diritto allo studio e un futuro migliore.

InformazioneScuola  grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di  Google News , per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Iscriviti al gruppo   Telegram: Contact @informazionescuola

 

Iscriviti alla nostra  pagina Facebook .

Seguiteci anche su  Twitter

Exit mobile version