HomeComunicato StampaScuola: i soldi in Bilancio sono pochi, il ministro ne tragga le...

Scuola: i soldi in Bilancio sono pochi, il ministro ne tragga le conseguenze

Andate a fare un po’ di conti, nella legge di Bilancio non ci sono affatto i due miliardi per la scuola e un miliardo per la ricerca, quelli che aveva chiesto Lorenzo Fioramonti.

Ora il Ministro ne tragga tutte le conseguenze e si dimetta!

Al suo posto si parla di Nicola Morra M5s attuale presidente della commissione antimafia, genovese, laureato in filosofia e professore di Storia e Filosofia alla sua seconda legislatura.Già si parlava di lui come ministro nel givero Conte bis, ma poi gli fu preferito Lorenzo Fioramonti più vicino a Di Maio.

Ovviamente la sceta del nuovo ministro sarà tutta interna alla dialettica del partito di Di Maio. Vedremo. Per adesso le dimissioni sono solo state solo preannunciate dal Fatto Quotidiano e dal Messaggero.

Ma sembrano sicure visto che il responsabile di Viale Trastevere fin dal suo insediamento e più volte in interviste a giornali ,radiofoniche e televisive avea annunciato le sue dimissioni se nella legge di bilancio non si fossero trovati tre miliardi per il suo dicastero, 2 per la scuola e un miliardo per la ricerca.

S.B.C. ora chiede al ministro di dare un segnale politico forte e di coerenza personale quindi di dimettersi come già fece anni fa il grande linguista, il pof. Tullio De Mauro.

Libero Tassella ( S.B.C).

Chi andrà al MIUR?

informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news