Press "Enter" to skip to content

COME GENERARE IL BONUS DI 500 EURO? Le ultimissime

Share

BONUS DOCENTI – Molte scuole sul bonus non stanno facendo nessuna informazione, ce ne rendiamo conto dalle centinaia di e-mails che riceviamo nella casella di posta della nostra Redazione.

I più informati sono i docenti presenti su internet che frequentano i gruppi dedicati alla scuola sui social network, gli altri non sanno ancora che occorre attivare lo SPID e quale sia la procedura per farlo, noi, a tal proposito, abbiamo pubblicato una guida video che consigliamo di visionare.

A tal proposito consigliamo a chi ancora non lo avesse fatto può iscriversi al nostro gruppo su Facebook in modo da essere costantemente aggiornato in tema di scuola, precariato, bonus docenti, aggiornamento delle graduatoria, ultime notizie del mondo della scuola eccetera, eccetera.

Ritornando all’argomento del giorno, ovvero il bonus docenti di 500 Euro destinato all’autoaggiornamento, ricordiamo a chi è in possesso del codice SPID, che occorrerà eseguire la procedura per GENERARE IL BONUS, ovvero una sorta di vaucher da spendere negli enti accreditati.

Le operazioni le abbiamo descritte in un articolo pubblicato sulle nostre pagine e che invitiamo tutti a leggere.

 

Tuttavia sono ancora molti i dubbi che permangono come ad esempio la rendicontazione delle spese effettuate, molti non sanno che da quest’anno a differenza delprecedente, non va fatta.

Un’altra novità inaspettata rispetto a quanto indicato dal MIUR lo scorso anno, è che la somma non spesa nel 2015/16 non produce decurtazioni sulla card 2016/17, dunque chi non ha speso il bonus dell’anno scorso potrà sommarlo a quello dell’anno in corso, per spenderlo avranno tempo fino al 31 agosto 2017 ma dovranno rendicontarlo secondo le vecchie modalità, ovvero nella scuola di titolarità.

 

Chi ha già speso le somme entro il 30 novembre?

 

Precisa la CISL: Chi, entro il 30 novembre, avesse già speso tutta o parte della card 2016/17, potrà ottenere il rimborso attraverso la seguente procedura:
Entrando nella piattaforma, troverà la seguente domanda: HAI GIA’ SPESO?

In caso di risposta affermativa si aprirà una pagina nella quale viene chiesto cosa si è acquistato (occorre avere conservato lo scontrino/ricevuta) e quanto si è speso.
Il sistema fornisce al MIUR i dati necessari per assegnare alla scuola di servizio l’equivalente della somma spesa; sarà la scuola ad operare direttamente il rimborso al docente interessato, previa presentazione della documentazione di acquisto.
Tale procedura è prevista solo per l’anno scolastico 2016/17 poiché già dal 01/09/2017 sarà accessibile il nuovo borsellino elettronico.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.