La Consulta in parte boccia la buona scuola

0
6
consiglio di stato e diplomati magistrale

La consulta boccia due aspetti della buona scuola

Brutto risveglio per la legge 107/15, la consulta boccia due punti della legge 107/15 definita buona scuola, ma cointestata dalla maggior parte dei docenti e da chi oepra nel comparto Istruzione.

L’illegittimità della legge stabilita dalla Consultatuttavia è parziale.

Sono finiti nel mirino il punto della riforma inerente l’edilizia scolastica (articolo 1, comma 153) poiché “non prevede che il decreto del ministero dell’Istruzione che provvede alla ripartizione delle risorse sia adottato, sentita la Conferenza unificata”.

L’articolo 1, comma 181, lettera e) della delega al Governo anche sui servizi della scuola dell’infanzia: “l’individuazione degli standard strutturali, organizzativi e qualitativi dei servizi educativi per l’infanzia e della scuola dell’infanzia va ricondotta alla competenza del legislatore regionale” è quanto hanno sancito i giudici.

Gli altri ricorsi sono stati considerati non fondati

La Corte costituzionale ha analizzato la mole di ricorsi ritenendoli infondati quali i poteri del dirigente scolastico, l’offerta formativa dei percorsi di istruzione e formazione professionale, le linee guida per favorire le misure di promozione degli istituti tecnici, i ruoli del personale docente «articolati in ambiti territoriali», la cui ampiezza viene definita dagli uffici scolastici regionali, su indicazione del ministero.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.848 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.