la foto riprende una banconota da 500 euro

Il nuovo sistema ideato dal MIUR si sta rivelando un clamoroso FLOP

 

Da ieri è attiva la piattaforma cartadeldocente.istruzione.it l’applicazione on line che permetterà ai docenti di acquistare libri, biglietti del cinema e del teatro, software e hardware.

Per accedervi è richiesta l’Identità Digitale SPID e noi probabilmente abbiamo ipotizzato il motivo di questa corsa ad ostacoli, forse ci abbiamo azzeccato?

Da ieri molti docenti hanno sperimentato l’applicativo web, hanno inserito la propria chiave di identificazione e sono entrati in questo “favoloso” negozio on line. Si aspettavano di trovarsi di fronte ad un’offerta sterimnata dove i colossi dell’elettronica proponessero, magari ad un costo di favore, software ed hardware moderni ed utili alla didattica, pensavano di ritrovarsi davanti a sterminate librerie ricche di testi utili alla didattica ed all’aggiornamento e invece niente.

L’applicazione cartadeldocente.istruzione.it non conteneva niente.

Né cinema, né teatro, né mostre, niente.

Qual è il motivo di questo clamoroso flop?

La comunicazione, ci sentiamo di dire che è anche informazione.

 

In queste settimane però il governo sta impegnando tutte le proprie risorse in una campagna elettorale pro SI mai vista prima, trascurando quello che invece poteva essere un vero motivo di consenso ovvero dimostrare che le promesse fatte avessero avuto un seguito e quindi dopo il percorso ad ostacoli affrontato dai docenti per ottenere lo SPID potessero finalmente acquistare qualcosa che fosse utile alla loro professione, invece niente, solo propaganda.

Tuttavia noi di InformazioneScuola.it invitiamo i docenti ad attendere e ad avere pazienza, con molta probabilità le prossime settimane registreranno un aumento dell’offerta on line.

Certo – direte voi – più tempo passa e più si va avanti con l’anno scolastico e meno efficazia avrà il bonus sulle classi.

#Cartadeldocente: finalmente è attiva, i docenti possono accedere

One comment on “Cartadeldocente, delusi 750mila insegnanti

  1. Domenico vacca on said:

    Io invece dico di non aver fretta e magari la cosa piu saggia sarebbe rinunciare tutti con la dicitura dateli nel contratto o busta paga e basta. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.