Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca

Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane

finanziarie e strumentali

Generale per la politica finanziaria e per il bilancio

IL DIRETTORE GENERALE

ALLEGATO

 

 

VISTO l’art. 1, comma 601 della legge 27 dicembre 2006 n. 296 (Legge Finanziaria 2007) con il quale sono stati istituiti il “Fondo per le competenze dovute al personale delle istituzioni scolastiche, con esclusione delle spese per stipendi del personale a tempo indeterminato e determinato” ed il “Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche”;

 

VISTA la legge 23 dicembre 2009, n. 191 concernente “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2010)” e, in particolare, l’articolo 2, comma 197, con il quale si dispone che, allo scopo di semplificare, razionalizzare e omogeneizzare i pagamenti delle retribuzioni fisse e accessorie dei pubblici dipendenti, nonché di favorire il monitoraggio della spesa del personale e di assicurare il versamento unificato delle ritenute previdenziali, il pagamento delle competenze “accessorie” spettanti al personale delle amministrazioni dello Stato – limitatamente a quelle per cui si operi già il pagamento degli stipendi dei dipendenti mediante le procedure informatiche e dei servizi del Ministero dell’Economia e delle finanze – sia disposto congiuntamente e con le medesime modalità delle competenze “fisse”;

 

VISTO il D.L. 31 maggio 2010 n.78 convertito con integrazioni in Legge n.122 del 30 luglio 2010 che, tra l’altro, all’art. 4 comma 4-octies dispone che annualmente venga indicata, con apposito decreto, per ciascuna istituzione scolastica la dotazione finanziaria a valere sugli stanziamenti concernenti le competenze accessorie dovute al personale scolastico entro il cui limite le medesime istituzioni programmano le conseguenti attività;

 

VISTO il Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 1° dicembre 2010 “Disciplina dello specifico sistema di erogazione unificata di competenze fisse e accessorie al personale centrale e periferico delle amministrazioni dello Stato, denominato “cedolino unico”, con il quale sono definiti i tempi e le modalità di attuazione del dispositivo sopracitato e cioè la riunione in un’unica busta paga delle competenze fisse e quelle accessorie, previste dai contratti collettivi nazionali e integrativi di lavoro, e quelle accessorie, nonché i piani gestionali nei quali si articolano i capitoli di spesa dello stato di previsione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, gestiti a mezzo delle procedure di cui al cd. Cedolino Unico, per il pagamento delle competenze fisse ed accessorie spettanti al personale scolastico;

 

VISTA la circolare 22 dicembre 2010, n. 39, del Ministero dell’economia e delle finanze, con la quale, tra l’altro, si stabilisce che ciascuna istituzione scolastica autonoma sia Punto Ordinante della Spesa nei confronti del mero intermediario Service Personale Tesoro del Ministero dell’economia e delle finanze;

 

VISTA la propria circolare prot. 3980 del 16 maggio 2011, concordata con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, contenente indicazioni operative per le Istituzioni Scolastiche sul pagamento delle competenze accessorie ai sensi dell’art. 2 comma 197 della legge finanziaria per il 2010 (cd Cedolino Unico);

 

VISTA la legge 24 dicembre 2012, n. 228, concernente le “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato” (legge di stabilità 2013);

 

VISTA la legge 24 dicembre 2012, n. 229 di approvazione del “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 e, in particolare, lo stato di previsione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

 

VISTO il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 31 dicembre 2012 concernente la “ ripartizione in capitoli delle unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2013 e per il triennio 2013-2015 “;

 

VISTO il D.M. n. 1 del 2 gennaio 2013, con il quale sono assegnate le risorse finanziarie per l’anno 2013 ai titolari dei centri di responsabilità amministrativa di questa Amministrazione;

 

VISTO il Decreto Dipartimentale n. 1 del 10 gennaio 2013 del Capo Dipartimento per la programmazione, la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali con il quale sono assegnate le risorse finanziarie per l’anno 2013 ai Direttori Generali di questo dipartimento;

 

VISTO il C.C.N.L. Comparto Scuola relativo al personale del Comparto Scuola per il quadriennio normativo 2006-2009 sottoscritto il 27 novembre 2007 e, in particolare, l’articolo 85 che determina i criteri di ripartizione delle risorse per il finanziamento del fondo delle istituzione scolastiche statali ed educative;

 

VISTO il proprio decreto direttoriale n. 5 dell’11 febbraio 2013 con il quale sono state definite le assegnazioni al lordo stato disposte in acconto ai sensi dell’Intesa sottoscritta con le OOSS in data 30 gennaio 2013;

 

Visto il proprio decreto direttoriale n. 18 del 18 febbraio con il quale sono state definite le assegnazioni al lordo dipendente disposte in acconto ai sensi della predetta Intesa , fermo restando le ulteriori assegnazioni da disporre al perfezionamento dell’ipotesi di CCNL sottoscritto il 12 dicembre 2012 relativo al reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all’art 8 comma 14 del D.L. n. 78/2010 e dell’art 4 comma 83 della Legge 183/2011;

 

VISTO il CCNL del 13 marzo 2013 recante “Reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all’art 8 comma 14 del D.L. n. 78/2010 e dell’art 4 comma 83 della Legge 183/2011, che ridetermina l’ammontare delle risorse relative al complesso dei trattamenti accessori del personale scolastico (cosiddetto MOF) per gli anni 2012 e 2013;

 

VISTA l’Intesa sottoscritta tra le OO.SS. e Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca in data 19 marzo 2013 con la quale è stata condivisa l’assegnazione complessiva alle istituzioni scolastiche del MOF per l’as 2012/2013 , al lordo dell’acconto già assegnato ai sensi dell’Intesa del 30 gennaio 2013 con i valori unitari e i criteri utili per la ripartizione della somma per le singole voci contrattuali di cui agli artt 33, 62 e 87 del citato CCNL 2006/2009;

 

Visto il proprio decreto direttoriale n. 39 del 26 marzo 2013, con il quale per l’a s 2012/13 sono state disposte , al lordo stato, le assegnazioni a saldo alle istituzioni scolastiche per le singole voci contrattuali comprensive di FIS, Funzioni strumentali, Incarichi specifici, Ore eccedenti sostituzione docenti assenti e Progetti Pratica sportiva;

 

CONSIDERATO che occorre provvedere all’ assegnazione sui pertinenti capitoli e piani gestionali di bilancio a ciascuna scuola delle quote a saldo , al lordo dipendente, per l’anno scolastico 2012/2013 da destinare al pagamento degli istituti contrattuali per le competenze accessorie previste dal vigente CCNL di settore;

 

ATTESA la necessità di provvedere ad una assegnazione delle somme, in base all’attuale disponibilità e consistenza dei quattro capitoli e per ordine di scuola, facendo riferimento al capitolo 2154 per le scuole primarie, al capitolo 2149 per le scuole secondarie di secondo grado, i convitti nazionali e gli educandati fino ad esaurimento della consistenza e al capitolo 2155 per le scuole secondarie di primo grado, senza utilizzare il capitolo 2156/5 (prescolastica) in quanto poco consistente;

 

CONSIDERATO pertanto opportuno, in base all’ alta consistenza numerica degli istituti comprensivi (4779) che includono prescolastica, primaria e secondaria di primo grado, far riferimento ai capitoli 2154 e 2155 per le assegnazioni relative al piano gestionale 5 e ai capitoli 2154, 2155 e 2156 per le assegnazioni relative al piano gestionale 6,

 

D E C R E T A

Articolo 1. –Ad integrazione dell’acconto già erogato, è disposta l’assegnazione a saldo (lordo dipendente) per l’anno scolastico 2012/13 a favore delle istituzioni scolastiche statali per le competenze accessorie del personale scolastico, gestite a mezzo cedolino unico, della quota pari ad €263.345.919,63, come qui di seguito indicato:

 

MISSIONE –

PROGRAMMA

CAPITOLO

PIANO

GESTIONALE

NOTE

IMPORTI

22.13 – secondaria

II°grado

2149

5

FIS, incarichi

specifici, funzioni

strumentali

71.458.180,96

22.11 – primaria

2154

5

FIS, incarichi

specifici, funzioni

strumentali

118.771.735,77

22.12 – secondaria I°grado

2155

5

FIS, incarichi

specifici, funzioni

strumentali

55.613.562,35

 

TOTALE

 

  245.843.479,08

22.13 – secondaria II°grado

2149

6

Ore eccedenti

sost. doc assenti

e pratica sportiva

5.612.086,87

22.11 – primaria

2154

6

Ore eccedenti

sost. doc assenti

e pratica sportiva

7.466.994,82

22.12 – secondaria

I°grado

2155

6

Ore eccedenti

sost. doc assenti

e pratica sportiva

3.401.087,90

22.2 –

prescolastica

2156

6

Ore eccedenti

sost. doc assenti

e pratica sportiva

1.022.270,96
  TOTALE     17.502.440,55

  TOTALE

COMPLESSIVO

    263.345.919,63

 

 

Articolo 2. – La dotazione a disposizione di ciascun istituto scolastico è definita come indicato negli allegati riportati sotto le lettere A, B, C, D, E, F, G , che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente decreto.

 

Articolo 3. – Il presente decreto è inviato all’Ufficio Centrale per il Bilancio.

 

Roma, 27 marzo 2013

 

IL DIRETTORE GENERALE

Marco Ugo Filisetti

 

 

 

 

ALLEGATO

 

Allegato A, B, C, D, E, F, G

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.