Dichiarazione di Francesco Scrima, Segretario Generale CISL Scuola

0
7
Sulla mobilità del personale no a decisioni unilaterali
Dall’incontro di oggi col ministro Patroni Griffi emergono segnali di maggior attenzione alle nostre richieste di dare seguito all’intesa del 3 maggio scorso, valorizzando le sedi di confronto e negoziato su tutte le questioni che attengono il lavoro pubblico, a partire da quelle oggetto dei provvedimenti sulla revisione di spesa, che possono comportare ricadute pesanti sul servizio e sul personale.
Se quei segnali troveranno conferma lo vedremo nei prossimi giorni, entrando nel merito dei problemi che riguardano in modo particolare il settore scuola, su cui abbiamo chiesto l’attivazione di uno specifico tavolo di confronto.
In tale ambito vogliamo affrontare con particolare urgenza la situazione del personale docente inidoneo, per il quale si manifesta ogni giorno di più l’assurdità di una norma che rischia di fare tre grossi danni in un colpo solo: mortificando la professionalità del personale, cui si impone di “transitare” su profili diversi a prescindere dal possesso delle necessarie competenze; mettendo a rischio, in conseguenza di ciò, anche la funzionalità degli uffici; vanificando, infine, le attese di migliaia di lavoratori precari, cui si sottraggono i posti di lavoro disponibili.
Che una partita del genere possa essere gestita unilateralmente dall’Amministrazione è assolutamente impensabile: la sede negoziale è quella giusta e appropriata per materie come la mobilità ed è anche l’unica in cui si possono tenere insieme le esigenze di funzionalità del servizio e il rispetto della dignità professionale del personale.

 

Roma, 4 settembre 2012

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.867 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.