Home Sostegno Il docente di sostegno non è un baby sitter e nemmeno un...

Il docente di sostegno non è un baby sitter e nemmeno un tappabuchi

Nemmeno i docenti della classe conoscono il ruolo del docente di sostegno

PEI - Insegnanti di sostegno, nuovo pei

Che il ruolo del docente di sostegno non fosse compreso nemmeno dei loro colleghi appare sempre più evidente.
Spesso viene visto come un tappabuchi o un baby sitter come evidenzia una nostra lettrice rispondendo alle critiche di altre sue colleghe sulla nostra pagina facebook: “Sono state dette molte cose brutte e imprecise! Peccato! Il prof di sostegno è una grande figura! Non è un baby Sitter, non è un tappabuchi, non spinge carrozzina perché quello si chiama AC, ! L’unica che ha detto giusto è la signora I.! Ah dimenticavo sono mamma di una giovanissima prof di sostegno che insegna alle superiori e che segue il fratello 18 , quindi al 5 anno delle superiori DSA, che ha tutt’oggi è senza professore di sostegno!!!! E sono veramente incazzata nera, perché è il sistema scolastico che è sbagliato“!

La preparazione dei docenti di sostegno

Inizio corsi VIII ciclo TFA sostegno, ecco come prepararsi  

Però c’è anche chi giustamente sottolinea che deve rifiutarsi di coprire i colleghi assenti in altre classi, ma dimentica che il docente di sostegno per essere tale non solo ha il titolo di studio per insegnare la materia, ma anche una specializzazione biennale universitaria, si dimentica anche che non è onnisciente: ” Consiglio agli insegnanti di sostegno – fa eco un’altra lettrice – di prepararsi molto, aggiornarsi anche sui computer mostrando competenza e nessun collega penserà che sia tappabuchi. Rifiutando anche supplenze continue in quanto è docente nominato su classe ed essendo sempre in compresenza è chiaro che ricorrano a loro“.

Il ruolo del docente di sostegno in classe

La scuola, purtroppo, è stata ridotta ad una lotta fra poveri: docenti di ruolo, contro quelli precari e viceversa, docenti teorici contro quelli di laboratorio e docenti curricolari contro i loro colleghi di sostegno. Un po’ di amor proprio e per la categoria alla quale si appartiene non guasterebbe: “ Ruolo importante e determinante. Spesso sottovalutato, come tutto l’insegnamento, in Italia.
Persone con uno stiracchiato attestato di frequenza della scuola dell’obbligo spesso giudicano il lavoro di un insegnante. E purtroppo sono – scrive una docente – anche genitori!!!”. Un’altra docente specifica: Il docente di sostegno ha un ruolo determinante in classe, riesce a creare la mediazione con i compagni, favorisce l’inclusione, può facilmente creare l’interscambio col docente o gli altri docenti favorendo l inclusione di tutti gli alunni, facilitando e semplificando l apprendimento per tutti“.

E noi concordiamo con questo ultimo commento, invitando tutti a non auto delegittimarsi, ci sono già tanti detrattori fuori dalle scuole, spiace sapere che ce ne sono altrettanti dentro le mura scolastiche.

Test preselettivo e corso di preparazione

Fondamentale per accedere al TFA sostegno 2023 è la preparazione adeguata per superare il test preselettivo.

Nelle edizioni precedenti ha sempre fatto da filtro ed escluso migliaia di aspiranti docenti di sostegno, di contro chi è arrivato preparato lo ha superato agevolmente.

Per questo motivo abbiamo decisi di aiutare i nostri lettori strappando un importante sconto per partecipare ad un corso interattivo (con docenti collegati da remoto e non i soliti quiz).

Il corso ha un costo di 500 Euro, ma chi scrive alla Redazione alla email scuolainformazione@gnail.com avrà un voucher con un importante sconto.

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso 

Iscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
Exit mobile version