La UIL – Scuola chiede più soldi per la Scuola

0
9

 

Sono anni che lo segnaliamo, ma niente, sempre nuovi tagli sulla scuola. L’Italia rischia di uscire dall’Europa proprio nel campo in cui ha tutte le risorse per eccellere: la cultura, la scuola.  Non si può star fermi. Serve una assunzione di responsabilità politica – commenta il segretario generale della Uil Scuola, Massimo Di Menna, dopo la diffusione dei dati dell’Eurostat che compara la spesa pubblica nel 2011 e la sua destinazione.
Secondo l’istituto  di statistica europeo, infatti, l’Italia risulta all’ultimo posto in Europa per percentuale di spesa pubblica destinata alla cultura (1,1%  fronte del 2,2% dell’Ue a 27) e al penultimo posto, seguita solo dalla Grecia, per percentuale di spesa in istruzione (l’8,5% a fronte del 10,9% dell’Ue a 27).
I due presidenti di Camera e Senato potrebbero favorire – propone Di Menna –  la presa di responsabilità delle forse politiche prevedendo una sessione del Parlamento per votare una mozione che impegni il futuro Governo ad una vera revisione della spesa pubblica che, fermi i saldi di bilancio,  sposti risorse a favore di cultura e scuola, per avviare un graduale avvicinamento ai livelli dei paesi europei.

  • la notizia del rapporto Eurostat riportata dall’agenzia Ansa

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.843 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.