MOF – Finanziamenti alle scuole: si assicura la copertura dei contratti

0
4

FLC CGIL È continuata oggi, 27 marzo 2013, l’informativa al MIUR aggiornata al termine dell’incontro del 25 marzo.

L’informazione del MIUR

E’ in lavorazione l’assegnazione alle scuole del saldo del MOF 2012/2013.

Sul pagamento delle ferie ai supplenti non ci sono novità dal momento che l’ufficio legislativo non ha ancora fornito il suo parere legale

Sul pagamento dell’indennità di funzioni superiori l’IGOP (Ispettorato Generale per gli Ordinamenti del Personale e l’Analisi dei costi del lavoro pubblico) sta per emanare una nota di chiarimento per precisare che la retribuzione degli amministrativi facenti funzioni di DSGA non sarà ridotta rispetto a quella già percepita come AA.

Il MIUR ci ha comunicato la situazione sull’assegnazione dei fondi per le supplenze:

  1. relativamente all’anno 2012 è ancora in corso la modifica, richiesta dall’ Amministrazione ad alcune scuole, dei dati errati inseriti a sistema
  2. relativamente all’anno 2013 è necessario che i contratti inseriti a sistema siano sempre convalidati, per tutti i contratti inseriti fino al 13 marzo saranno assegnati i fondi necessari. Si procederà più volte al mese ad integrare le assegnazioni di fondi alle scuole e nel futuro si ipotizza una integrazione settimanale.

L’Amministrazione ritiene che sarà così possibile pagare entro il mese i contratti inseriti entro il 15 dello stesso mese.

Sull’emanazione di linee guida nazionali sul ricorso al mercato elettronico il MIUR sta predisponendo un testo che affronterà anche la questione della coerenza del Titolo IV (attività negoziale) del D.I. n..44/2001 sulla gestione amministrativo contabile delle scuole con il Codice dei Contratti (Dlvo 163/2006) e il suo decreto applicativo (DPR 207/2010).

Il confronto informativo proseguirà sulla de-materializzazione e potenziamento del sistema informativo nel prossimo incontro previsto per il 4 aprile 2013.

La posizione della FLC

Pagamento ferie supplenti: è necessario dare quanto prima istruzioni operative alle scuole. La nostra posizione è nota: la legge di stabilità che per noi presenta profili di illegittimità costituzionale si applica con decorrenza 1 settembre 2013, fino a quella data restano valide le regole contrattuali. In proposito si vedano le osservazioni della FLC inviate dal segretario generale con la lettera del 25 marzo 2013.

Pagamento supplenti: positivo il superamento dei ritardi che abbiamo continuamente denunciato anche se le rassicurazioni del MIUR non ci fanno stare tranquilli perché continuano ad arrivarci numerose segnalazioni da parte delle scuole e dei diretti interessati che denunciano problemi nel garantire il regolare pagamento degli stipendi. Se sarà effettivamente come ha sostenuto il MIUR si potranno evitare nel futuro le sofferenze che hanno patito i supplenti per vedersi pagare quanto gli spettava. Un risultato positivo che è tutto da attribuire alla pressione sul MIUR della FLC CGIL che ha contribuito a evidenziare i tanti problemi e a suggerire soluzioni.

Si tratta di un risultato che mette bene in evidenza l’importanza per una buona gestione dello svolgimento di corrette relazioni sindacali. Il confronto  e lo scambio con chi conosce i problemi e rappresenta gli interessi dei lavoratori aiuta a cercare le soluzioni migliori. Grazie al lavoro e alla competenza delle segreterie è stato possibile migliorare il sistema e accelerare i pagamenti. Abbiamo insistito sulla necessità di “ascoltare” le scuole e sull’urgenza di dare istruzioni precise.

Funzioni superiori: è del tutto insoddisfacente “rassicurare” gli amministrativi che sostituiscono i Dsga che non guadagneranno di meno e che non si ridurrà il loro stipendio  se è più alto dello stipendio iniziale del DSGA. Bisogna interrompere i comportamenti di diverse Ragionerie Territoriali che illegittimamente stanno recuperando le somme pagate fino al 31 dicembre 2012 nel rispetto del contratto nazionale. Si deve modificare l’interpretazione sbagliata dell’IGOP che applica in modo retroattivo la norma contenute nella legge  di stabilità che ha modificato il contratto nazionale. Viola il CCNL l’indicazione dell’IGOP che pone a carico del FIS la parte fissa dell’indennità di direzione per l’assistente amministrativo che svolge le funzioni di DSGA su un posto vacante.

Abbiamo sollecitato il MIUR a rappresentare al MEF ed ai suoi Ispettorati l’insostenibilità, anche davanti ai giudici, di interpretazioni lesive dei diritti contrattuali dei lavoratori.

Abbiamo segnalato che né la nota dell’IGOP né il MIUR considerano l’istituto delle reggenze dei Dsga che pure in alcuni casi sono state attribuite e che debbono essere pagate.

Emanazione di linee guida nazionali sul ricorso al mercato elettronico: abbiamo sottolineato la necessità di dare ai Dirigenti scolastici ed ai DSGA  i chiarimenti necessari a gestire tutta la tematica degli acquisti. Le norme che sono intervenute su altre già esistenti e con le finalità più varie, dal risparmio al contrasto alla corruzione, hanno creato un quadro estremamente confuso. Vanno chiariti  gli obblighi per le scuole del ricorso alle convenzioni CONSIP o alle altre modalità previste dalle norme.

Abbiamo infine segnalato la necessità che alle scuole siano al più presto erogati tutti i finanziamenti previsti per l’esercizio finanziario 2013 perché sono moltissime quelle che si trovano a non poter pagare i fornitori e in particolare difficoltà sono quelle scuole che debbono rendicontare i pagamenti, ovviamente dopo averli effettuati, per poter ottenere il completamento dell’erogazione dei fondi.

Per queste scuole si determina un cortocircuito perverso: non ricevono il finanziamento perché non hanno potuto pagare e non possono pagare perché non ricevono il finanziamento.

I temi affrontati nel confronto con il MIUR e che stiamo continuamente sollecitando sono parte della generale iniziativa della FLC CGIL per ridare centralità alla scuola pubblica che vede un significativo momento nel presidio sotto il Ministero dell’Istruzione il prossimo 10 aprile.

____________________

Roma, 25 marzo 2013
Prot. n. 112 DP es

Al Capo di Gabinetto del MIUR
Dott.re Luigi Fiorentino

Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
Dott.ssa Lucrezia Stellacci

Al Direttore Generale per la politica finanziaria e per il bilancio
Dott.re Marco Ugo Filisetti

Oggetto: osservazioni bozza di circolare Miur sui trattamenti economici sostitutivi delle ferie non godute del personale della scuola.

Di seguito formuliamo le nostre osservazioni sulla bozza di Circolare che a nostro giudizio presenta criticità e punti problematici che sinteticamente si riassumono:

  1. La legge di stabilità 2013 intervenuta sulle ferie del personale della scuola (art. 1, commi 54, 55 e 56) ha previsto che le ferie non godute possano essere pagate, ma solo in via residuale. Tale norma introduce, modificando unilateralmente il CCNL 2006/2009, l’obbligo di fruirle anche nei periodi di sospensione delle lezioni. Si tratta di un’invasione di campo della sfera contrattuale che, a nostro giudizio, non è esente da profili d’incostituzionalità in quanto discrimina i lavoratori nella fruizione di un diritto costituzionale, viola il principio di eguaglianza (art. 3 Cost.) e quello del diritto a una retribuzione proporzionata (art. 36 Cost). Tuttavia detta norma è comunque applicabile dal 1.09.2013 e non dal 1.9.2012 come si evince dalla bozza di circolare che ci è stata consegnata. A sostegno della nostra tesi si veda quanto espressamente previsto dallo stesso comma 56 della legge. Fino a quella data valgono e si applicano integralmente gli articoli 13 e 19 del CCNL 2006/2009.
  2. La tabella esplicativa contenuta nella bozza della circolare è priva di fondamento perché introduce una distinzione temporale non prevista da nessuna delle norme e delle disposizioni (spending review, circolare funzione pubblica e legge di stabilità) che sono intervenute sull’argomento.
  3. La complessità e la lunghezza della circolare, che dispone anche per il passato, rischia di aumentare il contenzioso specie in quelle scuole dove già sono stati liquidati i compensi sostitutivi laddove la brevità del contratto di lavoro e le esigenze di servizio non hanno consentito la fruizione delle ferie.

Pertanto formuliamo le seguenti proposte per la riformulazione della circolare in oggetto:

a) indicare la data del 1 settembre 2013 quale decorrenza delle nuove disposizioni dei commi 54 e 55 dell’art. 1 della legge di stabilità 2013;
b) prevedere al sistema NoiPa le funzioni necessarie a disporre il pagamento delle ferie secondo le disposizioni del CCNL artt. 13 e 19 per il periodo 1 settembre 2012/31 – agosto 2013, tenuto conto che la legge di revisione della spesa pubblica cosiddetta “spending review”, data la sua formulazione generale, non è applicabile nello specifico al comparto scuola.

Infatti nella scuola i supplenti vengono chiamati per assicurare i livelli essenziali delle prestazioni.
Si inviano con l’occasione cordiali saluti.

Il Segretario Generale
Domenico Pantaleo

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.843 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.