Press "Enter" to skip to content

SCUOLA – La Corte di Cassazione mette fine al precariato

Share

Buone notizie per i precari, ieri la Corte di Cassazione con la sentenza n. 23866/16 del 23 novembre ha dichiarato l’illegittimità della reiterazione dei contratti a termine.
Questa sentenza dal sapore epocale potrebbe aprire al ruolo a migliaia docenti e personale ATA precari che di anno in anno si vedono rinnovare il contratto.

A darne notizia è l’edizione odierna del Sole24Ore che scrive: La Corte di cassazione, con la sentenza n. 23866/16, depositata ieri, fa il punto sulle regole da applicare nei confronti dei contratti a termine dei docenti e del personale ausiliario, tecnico e amministrativo della scuola. Questo intervento è molto importante, in quanto vengono ricostruiti in maniera analitica tutti i principi giurisprudenziali applicabili alle casistiche più importanti, fornendo a tutti gli attori del sistema una bussola per orientarsi senza dover attivare ogni volta il contenzioso”.

Insomma la sentenza n. 23866/16 del 23 novembre assurge a ruolo di riferimento per fare definitivamente chiarezza sui casi controversi che riguardano i precari e risolverli senza passare dal contenzioso, in sostanza maturando il diritto si aprirebbero le porte dell’assunzione definitiva.

 

Nelle prossime ore studieremo meglio la Sentenza per comprendere quali sono i punti di forza e quelli di debolezza.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.