Press "Enter" to skip to content

GUIDE – Quali sono i periodi di studio che si possono riscattare ai fini della pensione?

Share

Come riposta Sinergie di Scuola, non tutti i periodi di studio possono essere riscattati ai fini della pensione e periodi invece che non non sono considerati ai fini appunto del riscatto, vediamoli entrambi.

Si possono riscattare:

– i diplomi universitari (corsi di durata non inferiore a due anni e non superiore a tre);

– i diplomi di laurea (corsi di durata non inferiore a quattro e non superiore a sei anni);

– i diplomi di specializzazione che si conseguono successivamente alla Laurea ed al termine di un corso di durata non inferiore a due anni;

– i dottorati di ricerca i cui corsi sono regolati da specifiche disposizioni di legge;

– i titoli accademici di Laurea triennale e Laurea specialistica.

Sono ammessi per il riscatto anche i diplomi rilasciati dagli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale i cui corsi siano stati attivati a decorrere dall’anno accademico 2005/2006, e che danno luogo al conseguimento dei seguenti titoli di studio:

– diploma accademico di primo livello;

– diploma accademico di secondo livello;

– diploma di specializzazione;

– diploma accademico di formazione alla ricerca (equiparato al dottorato di ricerca universitario).

Mentre non è possibile riscattare:

– i periodi fuori corso;

– i periodi che risultano già coperti da contributi di qualsiasi tipo (figurativi, obbligatori, volontari), vale a dire tutti i periodi durante i quali si è prestata attività lavorativa o sono stati già maturati contributi di altra natura.

One Comment

  1. conte giuseppe settembre 6, 2017

    sono riscattabili i corsi biennali di perfezionamento in storia ?come sono considerati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.