ITP: Segnalazione di errore nel DPR 19/2016, Tabella B, riguardo la classe di concorso B-18

0
5
ITP: Segnalazione di errore nel DPR 19/2016, Tabella B, riguardo la classe di concorso B-18

 

DPR 19/2016 sulle nuove classi di concorso/abilitazione all’insegnamento: per la classe di concorso/abilitazione B-18, nella tabella dei “Titoli di accesso ex DM 39/1998” è correttamente riportato il diploma di “istituto tecnico femminile”, istituto di istruzione che modifica, con DI 383/1998, la propria denominazione (anacronistica per una scuola cui accedono sia femmine sia maschi) in “istituto tecnico per attività sociali”.

Pertanto nella tabella dei “Titoli di accesso non previsti dal DM 39/98” si sarebbe dovuto indicare il “diploma di attività sociali”, già “maturità tecnica femminile”, come avvenuto per le altre classi di concorso/abilitazione B-01 e B-23 (le ultime segnalazioni dei mezzi di informazione e delle OO. SS. non hanno ancora evidenziato questo errore materiale).

ITP, errore nella Tab. B

Con “istituto tecnico per attività sociali” e “istituto tecnico femminile” si intende lo stesso ordinamento di studio istituito dalla L. 782/1956, perciò il “diploma di attività sociali”, già “maturità tecnica femminile”, conseguito negli indirizzi generali e specializzati (art. 2) degli istituti tecnici per attività sociali, già femminili, consente l’accesso alle classi di concorso/abilitazione all’insegnamento:

a) B-01 – Attività pratiche speciali;
b) B-18 – Laboratori di scienze e tecnologie tessili, dell’abbigliamento e della moda;
c) B-23 – Laboratori per i servizi socio–sanitari.
Ciò nonostante il DPR 19/2016, il regolamento delle nuove classi di concorso/abilitazione per l’insegnamento, fa confusione circa la denominazione del diploma di attività sociali, già maturità tecnica femminile, laddove fra i titoli di studio di accesso alle classi di concorso/abilitazione B-01, B-18 e B-23 specifica la vecchia denominazione di “maturità tecnica femminile”, riportando la corrispondente nuova denominazione di “diploma per attività sociali” solo per l’accesso alle classi di concorso/abilitazione B-01 e B-23.

Si tratta di un errore di trascrizione delle classi di concorso

ITP: Segnalazione di errore nel DPR 19/2016, Tabella B, riguardo la classe di concorso B-18

Un errore di trascrizione che determina una palese illogica contraddizione nella Tabella B delle nuove classi di concorso, trattandosi legalmente del medesimo titolo di studio rilasciato ai sensi degli art. 4 e 5 della L. 782/1956 (che già prevede pieno valore di tutti i diplomi  rilasciati dagli istituti tecnici femminili per l’ammissione alle classi di concorso/abilitazione per l’insegnamento).
Se si volesse approfondire il fatto, bisognerebbe partire dal DM 39/1998, che stabilisce, nella Tabella C, che il “diploma di abilitazione o maturità tecnica femminile” è valido per l’ammissione alle seguenti classi di concorso:

11/C – Esercitazioni di economia domestica;
7/C – Esercitazioni di abbigliamento e moda;
2/C – Attività pratiche speciali.

Pochi mesi dopo l’emanazione del predetto DM 39/1998, il successivo DM 383/1998, muta solo la denominazione degli “istituti tecnici femminili” in “istituti tecnici per attività sociali”, rispetto al principio di neutralità di genere nel linguaggio, lasciando ovviamente invariato l’ordinamento di studio istituto dalla L. 782/1956, con orari e programmi d’insegnamento fissati dal decreto del Ministero della pubblica istruzione del 14 gennaio 1967.

Al superamento dell’esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istituto tecnico per attività sociali, già istituti tecnici femminili, verrà dunque rilasciato il  “diploma di attività sociali”, già “maturità tecnica femminile”, che reca altresì la specificazione dell’indirizzo di studio seguito dallo studente: indirizzo generale o indirizzo specializzato/specializzazione di dirigente di comunità/economo-dietista (tali corsi di studio cessano definitivamente negli anni 2013/2014 nell’ambito della riforma di riordino dell’istruzione tecnica di cui al DPR. 88/2010).

Il DPR 19/2016, nell’abrogare il DM 39/1998, individua, nella Tabella B,  i requisiti di accesso alle classi di concorso/abilitazioni (raccordando i titoli professionali già espressamente previsti dal DM. n. 39/1998 con quelli successivi):
1) il “diploma di abilitazione/maturità tecnica femminile” consente l’accesso alle seguenti classi di concorso/abilitazione:
a) B-01 (ex C020) – Attività pratiche speciali;
b) B-18 (ex C070, C100 e C220) – Laboratori di scienze e tecnologie tessili, dell’abbigliamento e della moda,
c) B-23 (ex C110 e C450) – Laboratori per i servizi socio–sanitari;
2) il “diploma di attività sociali”, secondo la mutata denominazione della “maturità tecnica femminile”, consente l’accesso alle seguenti classi di concorso/abilitazione:
a) B-01 (ex C020) – Attività pratiche speciali;
b) B-23 (ex C110 e C450) – Laboratori per i servizi socio–sanitari.

Sarà dunque necessario correggere questo errore materiale del DPR 19/2016, onde evitare che la Tabella B circa i  requisiti di accesso alle classi di concorso/abilitazioni all’insegnamento contraddica se stessa.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.849 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.