Press "Enter" to skip to content

Soprannumerari e chiamata diretta, come funziona con gli ambiti?

Share

Docenti soprannumerari e chiamata diretta, facciamo chiarezza

Quali sono le nuove regole?

Il timore dei docenti che quest’anno saranno individuati soprannumerari è di finire nel calderone della chiamata diretta. Lo dimostrano le numerose e-mail che quotidianamente riceviamo nella nostra casella di posta redazionale. Proprio per le numerosissime richieste abbiamo deciso di fare un po’ di chiarezza.

Cosa prevede il contratto collettivo sulla Mobilità 2017

A stabilire le modalità è il contratto collettivo nazionale integrativo sulla mobilità 2017, quello che ha permesso a docenti ed ATA di partecipare a domanda ai movimenti (trasferimenti n.d.r.). A regolamentare la questione soprannumerari è il comma 7 dell’articolo 22 del contratto integrativo.

Il docente che viene individuato come perdente posto nella scuola di titolarità viene trasferito d’ufficio in una scuola dove c’è posto appartenente allo stesso ambito. Nel caso in cui non dovessero esserci cattedre libere in subordine il docente sarà trasferito d’ufficio in un’altra scuola di un ambito vicinorio, a tal proposito farà fede la tabella di prossimità.

Tali docenti non parteciperanno alla cosiddetta chiamata diretta, ma assumeranno la piena titolarità nella scuola individuata, seconda la tabella di prossimità, come nuova sede di servizio, a chiarirlo è la nota 1 posta in calce al su citato articolo.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.