HomeGuideRAV, PdM e NIV per migliorare la scuola: il ruolo del Dirigente...

RAV, PdM e NIV per migliorare la scuola: il ruolo del Dirigente Scolastico

Come migliorare la scuola, il ruolo del Dirigente

spot_img

Migliorare la scuola – Il RAV (Rapporto di Autovalutazione) è il primo strumento di valutazione della scuola che fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un’analisi del suo funzionamento e costituisce inoltre la base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di miglioramento. (PdM)
Dal RAV deriva il PIANO DI MIGLIORAMENTO, è un percorso di miglioramento per il raggiungimento dei traguardi connessi alle priorità indicate nel RAV.
Vengono compilati dal Dirigente Scolastico responsabile della gestione del processo di miglioramento e dal cosiddetto Nucleo di Valutazione Interna. (NIV)
Il Nucleo di valutazione interna (NIV) è stato istituito con il compito di promuovere e realizzare le attività connesse al Sistema Nazionale di Valutazione scegliendo il personale che lo coadiuva nella redazione del RAV e valorizzando esperienza e competenza specifica.
Promuove una raccolta di informazioni concrete, relative ai diversi aspetti da valutare, anche tramite questionari, griglie di valutazione e report strutturati.
Il DS, insieme ai membri del NIV, opera una lettura critica dei dati, finalizzata ad esprimere i giudizi specificamente richiesti.
Inoltre, coordina il NIV nella indicazione delle priorità, dei traguardi e degli obiettivi di processo, in modo da effettuare scelte che siano chiare, coerenti, raggiungibili, stimolanti e misurabili, indicando con chiarezza i benchmark di riferimento, le modalità di valutazione e i tempi.
Dunque, il ruolo del dirigente scolastico nella redazione del RAV e del PdM è fondamentale per le azioni di miglioramento della scuola.

Valutazione del dirigente scolastico

Il Dirigente scolastico viene anche valutato in quanto responsabile dei risultati del servizio, come previsto dal D.lgs. 165/01 all’articolo 25,2:
“Il dirigente scolastico assicura la gestione unitaria dell’istituzione, ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare, il dirigente scolastico, organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali”
e per il suo contributo al miglioramento del successo formativo e scolastico degli studenti e dei processi organizzativi e didattici, proprio nell’ambito del sistema di autovalutazione.

La L. 107/15, art.1, al comma 93 cita testualmente:

“La valutazione dei dirigenti scolastici è effettuata ai sensi dell’articolo 25, comma 1, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165. Nell’individuazione degli indicatori per la valutazione del dirigente scolastico si tiene conto del contributo del dirigente al perseguimento dei risultati per il miglioramento del servizio scolastico previsti nel rapporto di autovalutazione ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80, in coerenza con le disposizioni contenute nel decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, e dei seguenti criteri generali:
a) competenze gestionali ed organizzative finalizzate al raggiungimento dei risultati, correttezza, trasparenza, efficienza ed efficacia dell’azione dirigenziale, in relazione agli obiettivi assegnati nell’incarico triennale;
b) valorizzazione dell’impegno e dei meriti professionali del personale dell’istituto, sotto il profilo individuale e negli ambiti collegiali;
c) apprezzamento del proprio operato all’interno della comunità professionale e sociale;
d) contributo al miglioramento del successo formativo e scolastico degli studenti e dei processi organizzativi e didattici, nell’ambito dei sistemi di autovalutazione, valutazione e rendicontazione sociale;
e) direzione unitaria della scuola, promozione della partecipazione e della collaborazione tra le diverse componenti della comunità scolastica, dei rapporti con il contesto sociale e nella rete di scuole.”

Per la compilazione del PdM, il Dirigente Scolastico, promuove contatti con INDIRE oppure con Enti o Università che possano fornire utili indicazioni e metodologie di lavoro aggiornate. Valuta anche la possibilità di organizzare sessioni di formazione, in linea con le priorità previste dal Piano Nazionale di formazione (DM 797/16).
Rende pubblici i risultati del RAV e il PdM, sia attraverso l’aggiornamento dei dati del portale nazionale previsto, sia attraverso il sito web della scuola e anche attraverso altre iniziative di comunicazione. In particolare, coinvolge gli organi collegiali, per quanto di loro competenza.

Il PTOF e il ruolo del dirigente scolastico

Il DS formula il proprio atto di indirizzo al Collegio docenti per la redazione del PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa) facendo riferimento al RAV e al PdM. Rende pubblico il documento, lo presenta al Collegio docenti e ne promuove la diffusione e il confronto nell’ambito delle riunioni dei Dipartimenti disciplinari.
Nomina una Commissione per la redazione del PTOF e partecipa ad alcune riunioni, coordinando il lavoro per mantenere il riferimento agli obiettivi e alle priorità di miglioramento del PdM.
Guida il Collegio docenti a selezionare progetti e attività che siano allineate con gli obiettivi di miglioramento e, nel caso, si fa promotore di azioni specifiche per poter presidiare ambiti eventualmente poco coinvolti.
Propone al Collegio docenti la costituzione di Funzioni strumentali innovative secondo le linee di indirizzo emergenti dal PdM.

Le occasioni per i nostri lettori

Approfitta dello sconto esclusivo riservato ai lettori di Informazione Scuola per superare il test preselettivo al TFA Sostegno, compila il modulo cliccando il link che segue

https://bit.ly/modulo-tfa-sostegno

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter

Inizio corsi VIII ciclo TFA sostegno, ecco come prepararsi 

informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news