mercoledì 5 Ottobre 2022
HomeComunicato StampaSBC: De Micheli ci vogliono più bus non andare a scuola di...

SBC: De Micheli ci vogliono più bus non andare a scuola di Domenica

Ricordati di santificare le feste. Ho letto ‘intervista su la Repubblica del’ineffabile Ministra delle Infrastrutture paola De Micheli, io non riesco nemmeno a esprimere un giudizio sulla sua esternazione in merito all’apertura delle scuole anche di domenica. Resto basito.

Mi ha colpito un’ improvvisa afasia argomentativa a fronte di cotanta scemenza. Da una Ministra della Repubblica che dice che i trasporti sono sicuri e che non basta avere più bus e che bisogna aprire i finestrini e che non dice nulla a fronte dell’esiguita’ dei fondi stanziati in bilancio per il 2021 per il trasporto pubblico e per quello scolastico in particolare, c’è da aspettarsi di tutto.

L’ imprenditrice emiliana portata in Parlamento da Bersani l’ha detta grossa, ma in Italia ogni politico, ogni ministro ormai parla e straparla a ruota libera e spara supercazzole a destra e manca. Scontiamo purtroppo l’ignoranza di politicanti divenuti ministri per caso e scelti senza competenza alcuna.

In Germania le scuole sono aperte per un sistema efficiente di trasporto scolastico, per edifici costruiti per essere scuole e recentemente le aule sono dotate di un sistema di ricambio d’aria costato solo 400 milioni di euro. Inoltre in Germania i tempi di attesa per un tamlone sono di due ore.

Qui abbiamo un sistema di trasporto inefficiente, edifici adattati a scuole e al posto di sistemi di ricambio d’aria, l’ apertura delle finestre, inutili banchi a rotelle e 27/30 alunni nelle classi. Se qualcuno mi invita al gioco della torre e mi mette davanti Azzolina e De Micheli io sarei molto dubbioso e forse, trasgredendo alle regole del gioco, butterei entrambe dalla torre e mi auguro che accada presto in un rimpasto di governo di cui tanto si parla in questi giorni.

Libero Tassella

Concorsi personale scuola, TFA sostegno, le qualifiche e i test

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
- Advertisment -

altre news