I docenti titolari di cattedra orario esterna, che aspirano ad essere riassorbiti nella scuola coincidente con lo spezzone di titolarità, non devono presentare alcuna domanda. Se nella scuola di titolarità si renderà disponibile una cattedra intera, l’assorbimento avverrà automaticamente.
Lo prevede l’art.18 del contratto integrativo sulla mobilità. La clausola negoziale dispone infatti che il docente interessato deve intendersi titolare nella scuola indicata per prima nel provvedimento di mobilità con il quale sia stato disposto a suo tempo il suo trasferimento. Idem se invece di un trasferimento si sia trattato di una trasformazione della cattedra di titolarità da cattedra interna a cattedra esterna. Nel qual caso l’indicazione va individuata nel provvedimento con il quale sia stato formalizzato l’organico e la conseguente assegnazione alla cattedra orario esterna.
Per esempio, se la conformazione della cattedra è: istituto comprensivo A (12 ore) + istituto comprensivo B (6 ore), la titolarità sarà nell’istituto comprensivo A. Pertanto, qualora nell’istituto comprensivo A dovesse rendersi disponibile un ulteriore spezzone di 6 ore, il docente interessato sarà automaticamente assorbito in tale istituto, assumendo la titolarità di una cattedra intera, tutta nell’istituto comprensivo A. Il contratto prevede un meccanismo analogo anche per le cattedre costituite tra comuni diversi: «Ove nella prima delle scuole si liberi una cattedra articolata con scuole dello stesso comune, sarà automaticamente ed immediatamente assorbito su questa ultima cattedra». Il contratto chiarisce, inoltre, che gli assorbimenti possono avvenire solo nel caso in cui lo spezzone utile alla sostituzione dello spezzone di
completamento sia privo di titolare. E che «non sono necessaria tal fine ulteriori provvedimenti da parte dell’ufficio territorialmente competente». L’assorbimento non va confuso con il miglioramento cattedra. E cioè con la sostituzione dello spezzone di completamento, a domanda dell’interessato, con altro spezzone disponibile in altra scuola. Procedura che viene adottata per prassi dagli uffici, al fine di rendere meno onerosa la prestazione del docente interessato. Si pensi a un completamento in un comune lontano dalla sede di residenza del docente a fronte di altro spezzone in un
comune più vicino.

ItaliaOggi

Share

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.777 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.