Sono diversi i posti ancora disponibili nelle scuole che possono essere coperti con le domande di messa a disposizione, ovvero una domanda in carta libera redatta dai precari con la quale si mettono a disposizione delle scuole per occuparte i posti ancora vacanti.

Nelle regioni del Nord si hanno maggiori possibilità di lavorare con la Messa a Disposizione

Dopo la prima fase dei mesi di settembre e ottobre dove le scuole sono state costrette ad individuare i docenti attraverso le domande di messa a disposizione per avviare regolarmente l’anno scolastico, adesso si trovano a dover reperire personale per coprire le supplenze dei titolari dei posti assenti per malattia, per congedi parentali e richieste di aspettative.

Le scuole, nonostante l’organico di potenziamento, e le graduatorie di istituto ormai esaurite, sono costrette ad individuare i supplenti attraverso le istanze di messa a disposizione.

Come candidarsi con la Messa a Disposizione

Per candidarsi, quindi dare la propria disponibilità alle scuole, occorre inviare l’istanza formale su carta semplice e via e-mail, non necessariamente via PEC, basta una normale casella di posta elettronica.

L’invio della MAD – Messa a Disposizione è del tutto gratuita, non ha alcun costo e non è necessario nessun servizio a pagamento in rete.

Basta compilare il modello – che noi abbiamo messo a disposizione sul nostro speciale – compilarlo in ogni sua parte ed inviarlo.

Naturalmente occorre essere in possesso del titolo di studio valido per l’insegamento:

  • la laurea quinquennale consente di accedere alle classi di concorso della Tabella A;
  • il diploma tecnico o professionale consente di accedere alle classi di concorso della Tabella B.

Quali sono le province dove si lavora di più con la Messa a Disposizione?

Le province dove si lavora maggiormente con la MAD – Messa a Disposizione sono quelle presenti nelle regioni del Nord Italia, Lecco, Biella, Milano, Trieste, Gorizia sono quelle che affrono qualche oppotunità in più perchè meno richieste.

Mentre le classiche province come Milano, Napoli, Torino, Firenze e Roma sono quelle più gettonate dai precari e quindi le possibilità sono inevitabilmente inferiori.

Dove trovo gli indirizzi e-mail delle scuole?

Per reperire gli indirizzi di posta elettronica delle scuole basta consultare i portali degli UST (ex provveditorati).

Consigliamo di non inviare MAD in maniera collettiva, ma di farlo per singolaistituzione scolastica. Ribadiamo che è assolutamente gratis.

Share

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.771 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.