HomePrecari della ScuolaAnnullate le graduatorie per le supplenze 2022/23 e gli incarichi, tutto da...

Annullate le graduatorie per le supplenze 2022/23 e gli incarichi, tutto da rifare, ecco dove e perché

spot_img

Ancora una volta siamo costretti a raccontare i disagi vissuti dai precari della scuola che attendevano di essere nominate dalle graduatorie per le supplenze e invece dopo essere stati convocati sono stati rimandati a casa perchè gli elenchi erano zeppi di errori.

E’ successo a Prato, in Toscana

I docenti precari avevano già firmato la proposta di contratto annuale e invece se la sono vista “stracciare in faccia”.

L’annullamento delle operazioni è avvenuto tramite un comunicato pubblicato sul sito dell’UST che recitava: “Si comunica a tutti gli aspiranti docenti, nominati per il conferimento delle supplenze a tempo determinato, come pubblicato dall’Ufficio scolastico il 5 settembre, che le stesse sono momentaneamente sospese per ulteriori controlli. Conseguentemente – si legge nella nota pubblicata sul sito – anche eventuali prese in servizio già fatte sono da considerarsi contestualmente sospese in attesa di conferma o di rettifica”.

Insomma una doccia gelata per tutti, in particolare per chi aveva già in mano il contratto con l’incarico annuale, aveva già la sede di servizio etc. Tutto da rifare insomma.  Il motivo del rinvio sembra essere dovuto al fatto che i nominativi ed i relativi punteggi dei docenti non sono stati aggiornati.

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso straordinario 2022 della scuola

Inscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter

 

 

 

informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news