Da quest’anno alcune importanti novità caratterizzano l’Esame di Stato: le tracce non saranno consegnate dai carabinieri o dalla polizia, ma arriverano alle scuole via mail. Una novità che ha portato un po’ di malcontento fra chi dovrà gestire (gratis?) il plico informatico contenente le tracce.

Una responsabilità non da poco da compensare con il FIS (Fondo di Istituto Scolastico), oppure no? Materiale per le RSU di Istituto che si troveranno a gestire fondi sempre più esigui.

L’articolo però riguarda l’Esame di Stato e InformazioneScuola.con vi mostra l’intervista video realizzata da La Stampa a Luciano Favini, da anni a capo della Struttura che coordina il rito della scelta dei titoli delle tracce.

Visualizza l’intervista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.