“Nonostante la ridda di notizie che si contraddicono o si annullano a vicenda, io credo che il TFA speciale possa essere approvato prima della consultazione elettorale” – lo ha dichiarato il prof. Giorgio     Mottola al termine della riunione del Dipartimento Nazionale Scuola di Futuro e Libertà che ha avuto luogo nella serata di martedì 15 gennaio nel corso della quale sono state esaminate e discusse diverse     problematiche che il prossimo esecutivo di governo si troverà ad  affrontare nella nascente legislatura. “L’impegno di FLI –ha continuato Mottola- per una Scuola che sia davvero al centro dell’azione di governo deve continuare e deve avvalersi della collaborazione e del contributo di tutti. Sarà necessario rivedere i meccanismi di reclutamento e avviare, con tempi certi, meccanismi di assorbimento del precariato, una piaga indegna di un paese civile che rischia di alimentare una pericolosa guerra tra poveri.
La stessa recente revisione delle classi di concorso ha necessità di essere rivista per non creare disparità ed iniquità che pure sono emerse da una prima lettura del provvedimento. Occorrerà, inoltre, concentrare gli sforzi su una attenta rivisitazione dell’Istruzione Tecnica e Professionale che cosi’ come attualmente configurata presenta incongruenze e numerosi punti di debolezza come risulta evidente dai dati dell’ultimo monitoraggio dell’ex Indire. Anche la situazione dell’intero comparto AFAM e quella dei Conservatori va rivista e riorganizzata.
“La scuola e la Cultura –ha concluso il responsabile del Dipartimento scuola di FLI- non possono continuare ad essere la Cenerentola dell’azione di governo, ma una seria occasione per ripartire ed essere competitivi in Europa”.

Share

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.791 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.