In Sicilia si rientra a scuola il 1° febbraio, i DS emanano le circolari in fretta e furia

In Sicilia i presidi stanno emanando circolari che danno per certa la riapertura delle scuole superiori il primo febbraio, in tutta fretta e furia senza che sia stato previsto e preventivato uno screening volontario della popolazione scolastica come era accaduto per la riapertura delle scuola primaria e secondaria di primo grado, forse contando troppo e in maniera erronea sul fatto che i ragazzi sono stati in DDI e quindi non esposti al virus, se così fosse sarebbe, come al solito, una grave sottovalutazione del problema.

Volendo fare il punto di quanto è successo in questi mesi è evidente che la situazione dei ragazzi è stata strumentalizzata in maniera bieca dalla politica che per coprire le sue incapacità e inadempienze fatte di tagli continui nei settori della Scuola, della sanità e dei trasporti aveva in mano una vera e propria patata che diventava sempre più bollente, quindi a tutti i costi doveva far rientrare in presenza le classi di ogni ordine e grado.

Ha fatto ampio uso dell’atteggiamento compiacente del cts e di certi psicologi che con i loro continui piagnistei e le loro affermazioni senza contraddittorio hanno spinto all’insofferenza verso la DDI facendo passare il secondo piano la difesa della salute e della vita, bene primario senza cui altro non potrebbe esserci.

La tv di regime ha fatto il resto, martellando continuamente l’opinione pubblica con le visioni delle diverse Agate ed Agatine piangenti restituendo un’immagine distorta, falsa e strumentale di una gioventù sofferente e abbandonata a sé stessa, parimenti ha dato voce e visibilità solo a quella sparuta minoranza di sciocchi, di negazionisti del covid, di presunti colleghi egocentrici che vivono la professione docente in maniera fanatica e dunque come una sorta di missione votata se è il caso anche al martirio di se stessi e assumendosi nel loro delirio di onnipotenza e ‘ facendoci assume agli occhi dell’opinione pubblica mansioni e ruoli di “salvatori della patria” che non hanno e non possiamo avere noi tutti: l’ insegnante psicologo, assistente sociale e tuttologo.

Francesco Nuccio SBC Sicilia

Concorsi personale scuola, TFA sostegno, le qualifiche e i test

Ultime Notizie

InformazioneScuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click. A differenza d'altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.