Press "Enter" to skip to content

Sciopero, la smentita la smentita del coordinamento SFP

Share

Il Coordinamento Nazionale Scienze della Formazione Primaria Nuovo Ordinamento smentisce categoricamente la partecipazione dei suoi iscritti allo sciopero degli scrutini proclamato dal sindacato Anief per il periodo tra il 29 gennaio e il 12 febbraio 2018.

Ci dissociamo in maniera netta da qualsiasi modalità di sciopero che metta a repentaglio il diritto fondamentale dei bambini ad una valutazione equa e puntuale. Gli alunni hanno diritto a un insegnamento di qualità, in cui sia presente un feedback costante e dettagliato degli apprendimenti.

Le motivazioni dello sciopero inoltre sono eterogenee e impossibili da mettere insieme.

#SCEMOCHISILAUREA, la provocazione dei laureati in SFP

Da una parte il rinnovo del contratto collettivo di lavoro per il personale docente e Ata e dall’altra l’inserimento nelle Gae di tutti gli abilitati e la conferma dei ruoli assegnati con riserva ai diplomati magistrali.
Questo modus operandi risulta fuorviante, perché chi volesse scioperare per il rinnovo del contratto collettivo, si troverebbe a sostenere automaticamente l’inserimento di tutti gli abilitati nelle Gae.

Sosteniamo la via del merito, prendendo quindi le distanze da qualsiasi soluzione che preveda di abdicare a questo principio in favore di fasi transitorie che favoriscano alcune categorie.

Menna Marilena- addetta stampa Coordinamento di Scienze della Formazione Primaria n.o.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.