Campania, le scuole restano chiuse tranne che per l’Infanzia e 2 classi delle primaria

Oggi pomeriggio il Governatore della Campania ha firmato l’ Ordinanza n.95 in merito al funzionamento nelle prossime settimane delle scuole nella Regione da ieri passata da zona rossa a zona arancione.

La linea di De Luca è ancora quella di riconfermare una linea improntata alla prudenza e alla prevenzione.

Infatti nel mese di dicembre continueranno ad essere aperte, dopo il ponte dell’Immacolata, le sole classi di scuole dell’infanzia e la prima e ora anche la seconda classe della scuola primaria.

Restano invece ancora chiuse fino al 7 gennaio con didattica a distanza, le altre classi della scuola primaria e le tre classi di scuola secondaria di primo grado.

Pare che anche la ripresa a gennaio dovrebbe essere graduale, infatti il 7 ritornerebbero con didattica in presenza le classi dalla terza alla quinta della primaria, mentre le scuole medie tornerebbero in presenza la settimana successiva.

Pare inoltre che il Governatore della Campania sia anche intenzionato a ridurre la percentuale prevista con il DPCM ( non meno del 75%) in merito alla riapertura con didattica in presenza delle scuole scecondarie di secondo grado.

SBC se da un lato aprezza la linea di prudenza, ma contesta l’apertura della scuola dell’ infanzia e delle due prime due classi di scuola primaria, che certo non favorirà il contenimento del contagio.

Inspiegabile questa decisione, che conferma una visione di babysitting della scuola e, ad essere malpensantnti, favorisce le scuole dell’infanzia private.

Libero Tassella SBC

Ecco i testi per prepararsi al concorso ATA, compreso il profilo C

Ultime Notizie

InformazioneScuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click. A differenza d'altri non abbiamo sponsor di nessun tipo e nemmeno padrini.