HomeComunicato StampaSBC: Nelle scuole bisogna passare dal servilismo elettivo alla disobbedienza

SBC: Nelle scuole bisogna passare dal servilismo elettivo alla disobbedienza

spot_img

SBC invita docenti ed ATA alla disobbedienza.

I docenti che si lamentano sui social, tra di loro nei corridoi delle scuole dovrebbero disertare tutte le attività aggiuntive per essere veramente contrastivi nei fatti. La lotta dai social si deve trasferire nelle scuole con la disobbedienza.

Questa è la vera lotta, la resistenza passiva nelle scuole italiane per invertire una tendenza all’appiattimento servile che via via è entrato nell’organizzazione delle scuole dall’Autonomia, dalla Dirigenza scolastica, dalla legge 107, dal DL 36, da un modello di scuola neo liberista voluto dalla Confindustria e al servizio del Mercato e realizzato dai governi di centrodestra e di centrosinistra.

Una scuola che ha fallito tutti i suoi obiettivi. Lo vediamo dagli insuccessi dei vari Ministri che non riescono a risolvere nessun problema, dipendenti come sono dal MEF, da Palazzo Chigi e dal sindacato degli industriali.

Una scuola che è diventata una cattiva scuola oltre ad essersi incattivita nel tempo, una scuola che genera disuguaglianze e conferma le disuguaglianze di partenza.

Isolate quelli che prendono soldi da attività aggiuntive, dai progetti, dai bonus, una corte che si fa servile di cui la scuola si è riempita, in questi giorni li avete visti sgomitare, litigare tra loro in collegio e nelle riunioni, nei corridoi e mettersi in fila alla porta dei dirigenti, per confermare le posizioni dello scorso anno o per aumentare i loro incarichi e la loro influenza.

Alcuni di loro sono pure RSU asservite al DS

A volte, visti i compensi, per alcuni di loro é solo una questione di prestigio personale o di ribadire il proprio potere. Isolate questi colleghi, non date la vostra disponibilità a partecipare alle loro proposte.

I DS li assecondano e li incoraggiano perché questi portano soldi con Pon e Por risorse sciupate in progetti e attività autoreferenziali, sottratte a un contratto dignitoso, l’unico modo per rimotivare gli insegnanti italiani.

Colleghi, non fate una sola attività in più di quelle obbligatorie previste dal nostro contratto di lavoro, rifiutate ogni incarico in più, ogni adempimento burocratico. I sindacati dovrebbero sostenere questa protesta, SBC lo ha sempre ribadito, gli insegnanti sono un milione e se volessero lottare potrebbero cambiare una situazione che si sta facendo sempre più insostenibile.

Sempre più docenti vedono la pensione come la loro liberazione, altri guardano alla professione senza più motivazione, presto i giovani non si avvicineranno più all’insegnamento, i flussi dal sud al nord di insegnanti si sta interrompendo e presto vedremo soprattutto tra i giovani docenti di alcune discipline che, per attività più remunerative, si licenzieranno.

Libero Tassella SBC

Ecco tutti i testi per prepararsi al concorso straordinario 2022 della scuola

Iscriviti al nostro canale Telegram e riceverai gli aggiornamenti in tempo reale.

https://t.me/informazionescuola

InformazioneScuola grazie alla sua seria e puntuale informazione è stata selezionata dal servizio di Google News, per restare sempre aggiornati sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.
Seguiteci anche su Twitter
informazione scuola telegram

Informazione Scuola, le Ultime Notizie della Scuola in un click.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

altre news